Atlanta United ha vinto la MLS Cup 2018. Non c’è stata storia in campo e per una volta nemmeno la MLS si è rivelata così imprevedibile. Ha vinto la squadra più forte con un 2-0 ai Portland Timbers arrivato con due episodi, ma senza mai rischiare veramente di andare sotto. La rete numero 35 in stagione di Martinez e la rete di Escobar hanno regalato la serata da favola ai tifosi rossoneri che salutano il Tata Martino, che torna a vincere una finale, e probabilmente Almiron destinato alla Premier League. Tabù infranto anche per Parkhurst che alla quinta finale di MLS è riuscito ad alzare il trofeo, e per la città di Atlanta che torna a vedere una squadra trionfare dopo 23 anni.

Nel meraviglioso scenario del MB Stadium il primo tempo è trascorso come una partita a scacchi, ad alto ritmo. Con una pressione sul portatore avversario costante, Atlanta e Portland per buona parte della prima frazione si sono studiate cercando di concedere il meno possibile all’avversario. Se da una parte Almiron è stato controllato a vista da Chara, con l’unica occasione per il paraguayano mandata in corner da Attinella, dall’altra Blanco e Valeri hanno faticato a trovarsi tra le linee difensive dei rossoneri, limitati da Remedi e un Gressel in versione difensiva. L’uomo più pericoloso, novità come variante offensiva, è stato invece l’ex Nagbe autore di almeno quattro conclusioni sfortunate verso la porta dei Timbers. Al 39′ l’episodio che ha cambiato il match: Parkhurst ha recuperato un pallone in scivolata sulla trequarti servendo il pallone a Martinez; l’ex Torino anticipando Ridgewell ha superato Attinella con un tocco a porta sguarnita. La reazione di Portland è arrivata immediata, ma sul colpo di testa di Ebobisse a colpo sicuro è stato bravo Guzan a metterci i guantoni.

Nella ripresa Portland ha provato a rientrare in campo con più vivacità, ma le velleità dei Timbers si sono infrante contro il cinismo degli uomini del Tata Martino che alla prima occasione buona hanno trovato il raddoppio: al 54′ sugli sviluppi di un calcio di punizione dalla sinistra di Almiron, Martinez ha spizzato il pallone sul secondo palo dov’è arrivato puntuale il colpo del 2-0 di Escobar, l’uomo dei playoff. Sotto di due gol e con la coppia Valeri-Blanco sempre tenuta a bada magistralmente dalla tattica del Tata, la partita si è incanalata stancamente verso la festa dei 72mila del MB Stadium.

ATLANTA UNITED-PORTLAND TIMBERS 2-0
Marcatori: 39′ Martinez (A), 54′ Escobar (A)
Atlanta United (3-5-2):
 Guzan; Larentowicz, Parkhurst, Gonzalez Pirez; Escobar, Nagbe, Remedi, Gressel, Garza; Almiron, Martinez. All.: Martino.
Portland Timbers (4-2-3-1): Attinella; Valentin, Mabiala, Ridgewell, Villafana; Chara, Guzman; Polo, Valeri, Blanco; Ebobisse. All.: Savarese.


 

Facebook Comments

Questo sito Web utilizza cookies per offrirti la migliore esperienza. Accetta facendo clic sul pulsante "Accetta".

Cookie settings

Below you can choose which kind of cookies you allow on this website. Click on the "Save cookie settings" button to apply your choice.

FunzionaliOur website uses functional cookies. These cookies are necessary to let our website work.

AnaliticiOur website uses analytical cookies to make it possible to analyze our website and optimize for the purpose of a.o. the usability.

Social mediaOur website places social media cookies to show you 3rd party content like YouTube and FaceBook. These cookies may track your personal data.

AdvertisingOur website places advertising cookies to show you 3rd party advertisements based on your interests. These cookies may track your personal data.

AltroOur website places 3rd party cookies from other 3rd party services which aren't Analytical, Social media or Advertising.