MLS 2018: gli stipendi di tutti i giocatori

Con ancora il decision day da giocare, delle squadre con i salari totali maggiori solo i NYCFC sono arrivati ai playoff (Toronto: $26.6 milioni; LA Galaxy: $17.5 milioni; Chicago: $15.5 milioni; NYCFC: $14.8 milioni; Montreal: $12.6 milioni).  Ma come spendono il salary cap le squadre MLS?

Ci sono confeme e anche tante sorprese. Quelli che guadagnano di più, indicando i salari base, sono in ordine Schweinsteiger con $6,100,000.08, Bradley $6,000,000.00, Villa $5,610,000.00, Giovinco $5,600,000.00 (con le compensazioni diviene il calciatore più pagato con $7,115,555.67), Altidore $5,000,000.00 e Vela $4,500,000.00. C’è chi ha mantenuto le promesse di inizio stagione, chi magari ha passato buona parte in infermeria e chi ha deluso le aspettative.

Tra le promesse c’è sicuramente Corey Baird dei Real Salta Lake. Stagione strepitosa la sua con un salario davvero basso $54,504.00. Djordje Mihailovic, dei Chicago Fire ha dalla sua un salario di $96,000.04 che aumenterà sicuramente in futuro. Carleton che ha giocato buona parte della stagione in USL con gli Atlanta II guadagna $75,000.00. Restando sempre ad Atlanta, Gressel ha un salario basso rispetto al rendimento della sua stagione ($92,500.00) considerando che gente come Zizzo o Kann hanno guadagnato di più. Martinez $1,270,008.00, Barco $1,425,000.00 ed Almiron $1,912,500.00.

A Chicago, oltre ai soliti nomi, resta un mistero il salario di Movsisyan che guadagna $1,850,000.00. Più di Nikolic e Katai. Nei DC United la sorpresa non è Stieber ($999,999.96) che guadagna più di Acosta ($550,000.00) e Birnbaum ($500,004.00), ma Hamid che prende solo $67,500.00. Potrebbe giocare in un club europeo. In Texas, a Dallas, il neonazionale Cannon prende $67,500.00 e lo svizzero Ziegler $750,000.00.

Nei LA Galaxy la sorpresa non è Ibra che ha dalla sua 1 milione e mezzo (aumenta con sponsor) ma Skjelvik che guadagna $900,000.00.  Restando in tema di difensori, chi ha lavorato male sono stati i New England Revolution che pagano tanto i difensori ma i risultati non si vedono. Se gente come Farrell ed Anibaba che hanno giocato buona parte della stagione sono sotto i 200 mila, hanno pure gente come Dielma $780,000.00, Mancienne $1,284,768.00 e Delamea $400,008.00.

Detto di Vela, nei LAFC gli attaccanti sono quelli che prendono di più. Diomande $849,999.96, Rossi $1,000,000.08 e Ramirez $575,000.04. Curioso il contratto di Piatti. Se ha dalla sua un salario base di $500,000.04, arriva con compensazioni a $4,713,333.37. L’italiano Mancosu arriva a $700,000.08.

Nei Red Bulls i nazionali Long $73,125.00 e Parker $97,185.00 continuano a guadagnare meno delle aspettative. Non sarebbe una sorpresa se le sirene europee si facessero sentire. Nei Philadelphia Union la promessa McKenzie, che in queste settimane è stato definito il nuovo Eddie Pope prende $54,500.04 mentre l’esordiente in nazionale Picault $135,000.00. Concludiamo con Seattle dove la coppia difensiva Marshall $300,000.00 e Kee – Hee $500,004.00 si stanno dimostrando come tra i migliori di questa MLS.

Ogni anno si pensa se sia giusto o meno togliere il tetto salariale. Ma poi realmete rispecchia la qualità e l’apporto alla squadra del calciatore? Che senso avrebbe avere gente come Long e Parker in squadra a quel prezzo se poi i panchinari Collin e Redding guadagnano molto di più? Per quanto tempo un McKenzie può rimanere in MLS con quello stipendio? In passato si è scritto che le squadre MLS vendono male all’estero ma, a questo punto, sanno gestire il salary cap?

CLICCA QUI PER TUTTI GLI STIPENDI

Facebook Comments

Questo sito Web utilizza cookies per offrirti la migliore esperienza. Accetta facendo clic sul pulsante "Accetta".

Impostazioni dei cookie

Di seguito puoi scegliere quale tipo di cookie consentire su questo sito web. Fai clic sul pulsante "Salva impostazioni cookie" per applicare la tua scelta.

FunzionaliIl nostro sito web utilizza cookie funzionali. Questi cookie sono necessari per far funzionare il nostro sito web.

AnaliticiI cookie analitici, che possono essere di prima o di terza parte, sono installati per collezionare informazioni sull’uso del sito web. In particolare, sono utili per analizzare statisticamente gli accessi o le visite al sito stesso e per consentire al titolare di migliorarne la struttura, le logiche di navigazione e i contenuti.

Social mediaI cookie di profilazione e i social plugin, che possono essere di prima o di terza parte, servono a tracciare la navigazione dell’utente, analizzare il suo comportamento ai fini marketing e creare profili in merito ai suoi gusti, abitudini, scelte, etc. In questo modo è possibile ad esempio trasmettere messaggi pubblicitari mirati in relazione agli interessi dell’utente ed in linea con le preferenze da questi manifestate nella navigazione online.

PubblicitariIl nostro sito web inserisce cookie pubblicitari per mostrarti pubblicità di terze parti in base ai tuoi interessi. Questi cookie possono tracciare i tuoi dati personali.

AltroIl nostro sito web inserisce cookie di terze parti da altri servizi di terze parti che non sono analitici, social media o pubblicitari.