Dopo mesi di attesa dal trionfo di Toronto FC nella finale 2017, la MLS ha avuto ufficialmente inizio in una stagione 2018 che promette scintille. Un campionato imprevedibile per definizione che diventa ancora più impronosticabile nelle prime giornate di campionato quando valori e formazioni, con il mercato ancora aperto, devono ancora stabilizzarsi. Con la nuova formula della CONCACAF Champions League a modificare i piani e le preparazioni atletiche, la prima giornata ha regalato diverse sorprese.

Toronto FC – Columbus Crew 0-2
Houston Dynamo – Atlanta United 4-0
Philadelphia Union – New England Revolution 2-0
Orlando City – DC United 1-1
FC Dallas – Real Salt Lake 1-1
SJ Earthquakes – Minnesota United 3-2
Seattle Sounders – LAFC 0-1
Vancouver Whitecaps – Montreal Impact 2-1
Sporting KC – New York City 0-2
LA Galaxy – Portland Timbers 2-1

Le prime due sono arrivate in ordine temporale con l’inaugurazione stagionale affidata al Toronto FC di Giovinco contro l’ultima finalista di Eastern Conference, i Columbus Crew. Approfittando della stanchezza fisica dei canadesi e della testa rivolta al big match contro il Tigres in CONCACAF Champions League, i Crew hanno espugnato il BMO Field con un netto 0-2 firmato da Higuain e dal neoacquisto Zardes. Una vittoria di lusso che non compromette le ambizioni di Toronto: il tempo per recuperare in MLS è abbondante, giusto concentrarsi sulla coppa.

Più sorprendente, ma solo per il divario visto in campo, la vittoria di Houston su Atlanta United del Tata Martino. I texani hanno spazzato via i rossoneri con un 4-0 senza appello maturato già nel primo tempo con le reti di Wenger, Senderos, Manotas e Ceren. Per i rossoneri anche il rigore sbagliato da Almiron a inizio ripresa per rovinare l’inizio di stagione di una società che ha speso molto ma che si presenta ancora con diversi buchi di formazione.

Vittoria senza troppo affanno di Philadelphia contro i Revs ridotti in nove, mentre San Jose ha rischiato la clamorosa rimonta nel 3-2 a Minnesota United. Avanti di tre gol con uno scatenato Hoesen, i Loons si sono rifatti sotto nel finale con la doppietta di Molino. Pari a tempo scaduto per Orlando City in casa contro DC United, grazie alla prima rete in MLS dell’ex Miami FC Stefano Pinho; stesso risultato per Dallas contro Real Salt Lake.

Successo storico per il neonato LAFC di Bob Bradley. Alla prima partita assoluta del club, i Black&Gold hanno espugnato 0-1 il CenturyLink Field, casa dei Seattle Sounders vicecampioni MLS. La rete di Diego Rossi ha scritto la storia con il primo gol ufficiale della franchigia. Il LAFC è stata la quarta franchigia a vincere all’esordio, la seconda a farlo in trasferta. Merito di Bob Bradley: nell’unico precedente fuoricasa, Chicago Fire 1998, era lui l’allenatore.

Inizia nel migliore dei modi, infine, la nuova stagione di New York City, Vancouver Whitecaps e LA Galaxy. In gol anche Mancosu nella sconfitta di Montreal con i Whitecaps.


Facebook Comments

Questo sito Web utilizza cookies per offrirti la migliore esperienza. Accetta facendo clic sul pulsante "Accetta".

Cookie settings

Below you can choose which kind of cookies you allow on this website. Click on the "Save cookie settings" button to apply your choice.

FunzionaliOur website uses functional cookies. These cookies are necessary to let our website work.

AnaliticiOur website uses analytical cookies to make it possible to analyze our website and optimize for the purpose of a.o. the usability.

Social mediaOur website places social media cookies to show you 3rd party content like YouTube and FaceBook. These cookies may track your personal data.

AdvertisingOur website places advertising cookies to show you 3rd party advertisements based on your interests. These cookies may track your personal data.

AltroOur website places 3rd party cookies from other 3rd party services which aren't Analytical, Social media or Advertising.