Pasticcio MLS: Dallas, solo una multa dopo il caso Barrios

FC Dallas e Oscar Pareja possono tirare un sospiro di sollievo: la MLS ha deciso di punire i texani con una multa dopo aver violato il regolamento riguardante il roster nell’ultimo 0-0 in casa di Orlando City. Tutti, ma proprio tutti, si aspettavano al contrario l’assegnazione di una sconfitta a tavolino per i rossoblù con i tre punti che, se consegnati a Orlando, avrebbero rimesso in corsa playoff i Lions di Kakà e inguaiato non poco i disattenti texani.

Ricordiamo l’accaduto. Nella distinta ufficiale comunicata all’arbitro dalle due squadre prima di Orlando City-Dallas FC, i texani avevano inserito Michael Barrios. Quindici minuti prima del fischio di inizio, per via di un piccolo infortunio al piede, Dallas ha chiesto agli ufficiali di gara di rimuovere Barrios dai titolari inserendo Akindele. Barrios però, accomodatosi in panchina, è entrato in campo al minuto 84 sostituendo Urruti e, di fatto, infrangendo il regolamento MLS. Un giocatore rimosso dalla lista ufficiale, infatti, non può scendere in campo diventando ineleggibile. O forse sarebbe meglio dire “non avrebbe potuto”. Sì, perché questo caso crea un precedente pericoloso per la lega.

Dallas se l’è cavata con una sanzione di 75mila dollari in General Allocation Money più altri 25mila.


 

Facebook Comments

Questo sito Web utilizza cookies per offrirti la migliore esperienza. Accetta facendo clic sul pulsante "Accetta".

Impostazioni dei cookie

Di seguito puoi scegliere quale tipo di cookie consentire su questo sito web. Fai clic sul pulsante "Salva impostazioni cookie" per applicare la tua scelta.

FunzionaliIl nostro sito web utilizza cookie funzionali. Questi cookie sono necessari per far funzionare il nostro sito web.

AnaliticiI cookie analitici, che possono essere di prima o di terza parte, sono installati per collezionare informazioni sull’uso del sito web. In particolare, sono utili per analizzare statisticamente gli accessi o le visite al sito stesso e per consentire al titolare di migliorarne la struttura, le logiche di navigazione e i contenuti.

Social mediaI cookie di profilazione e i social plugin, che possono essere di prima o di terza parte, servono a tracciare la navigazione dell’utente, analizzare il suo comportamento ai fini marketing e creare profili in merito ai suoi gusti, abitudini, scelte, etc. In questo modo è possibile ad esempio trasmettere messaggi pubblicitari mirati in relazione agli interessi dell’utente ed in linea con le preferenze da questi manifestate nella navigazione online.

PubblicitariIl nostro sito web inserisce cookie pubblicitari per mostrarti pubblicità di terze parti in base ai tuoi interessi. Questi cookie possono tracciare i tuoi dati personali.

AltroIl nostro sito web inserisce cookie di terze parti da altri servizi di terze parti che non sono analitici, social media o pubblicitari.