Montreal Impact, Gilardino scalpita: “Voglio chiudere la carriera in MLS”

Alberto Gilardino e i Montreal Impact è un matrimonio che ogni giorno di più sembra più probabile. Ma i tempi stringono e coach Biello, in accordo con la società, è obbligato a decidere prima del 15 settembre, giorno di chiusura del mercato degli svincolati, se offrire o meno un contratto con slot internazionale all’ex Milan e Fiorentina. Il “Gila” si sta allenando con la squadra indossando il numero 99, e a 35 anni dopo i rifiuti delle scorse stagioni ha finalmente abbracciato l’idea di giocare in MLS. Molto dipenderà dalle condizioni di un altro italiano, Matteo Mancosu, che infortunato alla mano rischia di essere sottoposto a intervento chirurgico.

“Voglio ringraziare il presidente Saputo per questa opportunità – ha dichiarato Gilardino al termine del primo allenamento -. Mi sento ancora giovane e ho ancora voglia di giocare e segnare tanti gol. Vorrei unirmi ai Montreal Impact e terminare la mia carriera qui e in MLS, sono aperto a qualsiasi soluzione, anche firmare per le partite che rimangono senza opzione per la prossima stagione. Sarà la società a decidere il da farsi”. Montreal Impact-Gilardino è un binomio che si sfiora da anni: “Ho avuto un paio di offerte in passato – ha ammesso il bomber -, ma ero appena tornato dalla Cina e non me la sono sentita di lasciare nuovamente l’Italia e scombussolare la famiglia”. Evidentemente qualcosa è cambiato, anche se l’ironia dei tifosi sui social non manca.

La decisione, come detto, è imminente ma racchiude un range di scelte piuttosto ampio. Dalla firma per questa stagione con il rischio di non giocare i playoff, all’accordo direttamente per il 2018. Se i Montreal Impact lo vorranno da subito, entro venerdì dovranno sottoporgli il contratto da firmare e liberare un posto per gli stranieri. La soluzione più semplice e veloce è quella di escludere uno degli infortunati come Mancosu o Cabrera, spostandolo nella Injury List (che mette fine alla loro stagione in anticipo). Cabrera nell’allenamento non è ancora tornato a calciare il pallone; Mancosu, infortunato alla mano, dovrà capire se riuscirà a giocare con un tutore o dovrà essere sottoposto a intervento chirurgico.

Lo scetticismo in Quebec è alto. Gilardino arriverebbe in MLS a 35 anni, come Di Vaio ai tempi. Ma la lega in questi anni è cambiata molto, anche come prospettive e scelte di mercato. Riuscirà il Gila a suonare il violino anche in terra canadese giustificando l’investimento?


 

Facebook Comments

Questo sito Web utilizza cookies per offrirti la migliore esperienza. Accetta facendo clic sul pulsante "Accetta".

Impostazioni dei cookie

Di seguito puoi scegliere quale tipo di cookie consentire su questo sito web. Fai clic sul pulsante "Salva impostazioni cookie" per applicare la tua scelta.

FunzionaliIl nostro sito web utilizza cookie funzionali. Questi cookie sono necessari per far funzionare il nostro sito web.

AnaliticiI cookie analitici, che possono essere di prima o di terza parte, sono installati per collezionare informazioni sull’uso del sito web. In particolare, sono utili per analizzare statisticamente gli accessi o le visite al sito stesso e per consentire al titolare di migliorarne la struttura, le logiche di navigazione e i contenuti.

Social mediaI cookie di profilazione e i social plugin, che possono essere di prima o di terza parte, servono a tracciare la navigazione dell’utente, analizzare il suo comportamento ai fini marketing e creare profili in merito ai suoi gusti, abitudini, scelte, etc. In questo modo è possibile ad esempio trasmettere messaggi pubblicitari mirati in relazione agli interessi dell’utente ed in linea con le preferenze da questi manifestate nella navigazione online.

PubblicitariIl nostro sito web inserisce cookie pubblicitari per mostrarti pubblicità di terze parti in base ai tuoi interessi. Questi cookie possono tracciare i tuoi dati personali.

AltroIl nostro sito web inserisce cookie di terze parti da altri servizi di terze parti che non sono analitici, social media o pubblicitari.