Il 4 luglio è stato festeggiato dalla MLS con ben 49 gol. Niente male per festeggiare la più grande festa degli Stati Uniti.

Si parte subito con il botto!

A far partire la festa del 4 luglio, a suon di fuochi d’artificio, ci pensano Atlanta e San Jose. I rossoneri vincono una spettacolare partita per 4-2. Protagonista assoluto del match è l’ex toro Josef Martinez che con una doppietta mette in cassaforte i tre punti, assieme alla reti di Carlos Carmona Anton Walkes. Per i californiani, a nulla servono i gol messi a segno da capitan Chris Wondolowski Tommy Thompson. Terza vittoria consecutiva per Atlanta che si avvicina sempre più al terzo posto della Eastern Conference.

 

Festa anche per i Columbus Crew che grazie alla rete di Kekuta Manneh, superano i non irresistibili Minnesota United. Loons costretti a subire la sconfitta numero undici in campionato con ultimo posto della Western Conference . Grazie ai tre punti ottenuti nel grande stato del nord, i Crew salgono momentaneamente al sesto posto di Conference entrando in zona play-off.

 

Altra scoppiettante partita è stata quella tra Dallas e D.C. United. I tori del Texas si impongono sui capitolini grazie al poker realizzato da Atiba Harris, Roland Lamah (doppietta) e dall’arciere Maximiliano Urruti che raggiunge quota undici centri in campionato.  Vittoria con proiezione verso la testa della Western Conference per i ragazzi di Pareja che, con due partite in meno, si trovano a solo un punto di distanza da Sporting Kansas City. D.C. United, andati a segno con la coppia Ian Harkes – Deshorn Brown continuano il loro periodo no guadagnando la loro terza sconfitta consecutiva.

Tutti invitati a bere, offrono i Seattle Sounders. Le sirene dello Stato di Washington vano ad imporsi nel re-match della scorsa finale di Conference. I ragazzi di Brian Schmetzer si confermano bestia nera per la franchigia del Colorado. Il 3-1, rifilato in casa dei Rapids, viene gentilmente offerto dall’eterno Clint Dempsey, autore di una doppietta, e da un Will Bruin sempre più decisivo. Dominique Badji, prova a suonare la carica, ma l’urlo delle sirene di Seattle è troppo forte.

Il risultato più sorprendente di tutta la giornata è, sicuramente, quello tra Los Angeles Galaxy e Real Salt Lake. La squadra guidata da Mike Petke ottiene la sua sesta vittoria in campionato rifilando sei, dico sei, gol ai più blasonati Galaxy. I Galaxy, che continuano a rimanere la grande incognita di questa stagione, cedono sotto i colpi di Albert Rusnák, Kyle Beckerman, Yura Movsisyan, Jefferson Savarino (doppietta) e Joao Plata. La squadra di Los Angeles rende la sconfitta meno pesante grazie ai gol di Ashley Cole Bradford Jamieson.

 

Batti e ribatti a suon di gol al Gilette Stadium di Foxborough. La sfida tra i New England Revolution e le “lattine” di New York termina 3-2 a favore degli ospiti. Teal Bunbury Lee Nguyen trasformano in festa la giornata dei Revs. Bradley Wright-Phillips, Daniel Royer e Gonzalo Verón ristabiliscono le gerarchie in campo permettendo ai Red Bulls di portare a casa i tre punti.

 

Nostalgia canaglia. La sfida tra Orlando City e Toronto FC cela un leggero velo di nostalgia. All’ Orlando City Stadium si rivive un pezzo di storia della Serie A con la sfida tra Kakà e Sebastian Giovinco. A spuntarla è la formica atomica che, grazie all’aiuto di Jozy Altidore, con una doppietta stende al squadra del pallone d’oro 2007. I padroni di casa riescono solamente ad accorciare le distanze grazie alla rete di Carlos Rivas, su assist dell’ex ventidue rossonero.

I ragazzi terribili di Houston sono tornati e in grande stile. Contro i Montreal Impact gli Orange sbrigano la pratica in un ora di gioco andando a segno per tre volte. Andrew Wenger, Alex Memo Rodríguez fanno decollare la festa al Toyota Stadium. A nulla serve la rete di Michael Salazar per gli ospiti che sono costretti a subire la sconfitta numero sei in questa prima parte di stagione.

Vancouver Whitecaps – New York City regala gol ed emozioni al BC Place Stadium della metropoli canadese. Fredy Montero apre le danze per i padroni di casa ma Maxime ChanotDavid Villa tentano di cambiare il vento della gara in direzione della “Grande Mela”. A regalare i tre punti alla squadra del nostro Paolo Tornaghi ci pensano Jordan Harvey Yordy Reyna. Grazie alla vittoria ottenuta contro New York, Vancouver entra in zona play-off.

 

2-2 è il risultato del big match di giornata tra Portland Timbers e Chicago Fire. I padroni di casa provano a portarsi subito in vantaggio con il bomber di franchigia Fanendo Adi ma vengono recuperati, e successivamente superati, da Arturo Álvarez e Brandon Vincent. L’argentino Sebastián Blanco, a venti minuti dal termine della gara, ristabilisce l’equilibrio con un secco diagonale che non lascia scampo a Matt Lampson.

Chiudiamo con un altro pareggio. I protagonisti, questa volta, sono Sporting Kansas City e Philadelphia Union che con le reti messe a segno da Diego Rubio Roland Alberg firmano l’unico 1-1 di giornata chiudendo così la Goal of the Week numero 19.

 

Facebook Comments

Recent Videos

MLS, Goal of the Week 19

Questo sito Web utilizza cookies per offrirti la migliore esperienza. Accetta facendo clic sul pulsante "Accetta".

Impostazioni dei cookie

Di seguito puoi scegliere quale tipo di cookie consentire su questo sito web. Fai clic sul pulsante "Salva impostazioni cookie" per applicare la tua scelta.

FunzionaliIl nostro sito web utilizza cookie funzionali. Questi cookie sono necessari per far funzionare il nostro sito web.

AnaliticiI cookie analitici, che possono essere di prima o di terza parte, sono installati per collezionare informazioni sull’uso del sito web. In particolare, sono utili per analizzare statisticamente gli accessi o le visite al sito stesso e per consentire al titolare di migliorarne la struttura, le logiche di navigazione e i contenuti.

Social mediaI cookie di profilazione e i social plugin, che possono essere di prima o di terza parte, servono a tracciare la navigazione dell’utente, analizzare il suo comportamento ai fini marketing e creare profili in merito ai suoi gusti, abitudini, scelte, etc. In questo modo è possibile ad esempio trasmettere messaggi pubblicitari mirati in relazione agli interessi dell’utente ed in linea con le preferenze da questi manifestate nella navigazione online.

PubblicitariIl nostro sito web inserisce cookie pubblicitari per mostrarti pubblicità di terze parti in base ai tuoi interessi. Questi cookie possono tracciare i tuoi dati personali.

AltroIl nostro sito web inserisce cookie di terze parti da altri servizi di terze parti che non sono analitici, social media o pubblicitari.