Playoff MLS, Seattle Sounders: non svegliateci adesso

L’euforia in casa Seattle Sounders è davvero alle stelle. Una stagione iniziata nel peggiore dei modi rischia di trasformarsi in una delle più belle di sempre. La gara d’andata delle semifinali di Conference ha visto i ragazzi del nuovo head coach Brian Schmetzer (passato in settimana da “ad interim” a “head”) superare i più quotati FC Dallas per 3-0. Lo spettacolo offerto al CenturyLink Field da Nelson Valdez, sempre più decisivo in questa post season, e dal solito Nicolas Lodeiro ha fatto vivere a tutti i tifosi dei Sounders un sogno dal quale non vogliono più svegliarsi. La possibilità di agguantare la finale di Conference è davvero vicina e se ciò dovesse accadere, oltre ad ottenere il pass per la finale, Seattle riuscirebbe a vendicare l’eliminazione subita lo scorso anno proprio da parte di Dallas.

Le insidie – Esattamente come un anno fa, Dallas e Seattle, si scontrano in una semifinale di Conference. I texani in quella occasione riuscirono a passare il turno superando la franchigia dello Stato di Washington ai calci di rigore. Quest’anno, invece, il vento soffia forte e deciso nelle vele marchiate Sounders. Il netto risultato di 3-0 ottenuto all’andata fa ben sperare ma, come tutti noi sappiamo, le rimonte nel mondo del calcio sono sempre dietro all’angolo. Appagamento, superficialità e poca Seattle Sounders players, including Cristian Roldan (7) and Nelson Haedo Valdez (16) celebrate after they beat FC Dallas 3-0 in an MLS soccer playoff match, Sunday, Oct. 30, 2016, in Seattle. (AP Photo/Ted S. Warren)concentrazione potrebbero far capolino nella testa dei giocatori di Seattle e rendere vano tutto il lavoro svolto sino ad ora. Un altro elemento cui tener conto sarà l’ambiente che verrà a crearsi all’interno del Toyota Stadium e, proprio come recita il loro motto Dallas ‘Til I Die, i tori venderanno cara la pelle al fine di ribaltare il risultato e rovinare la festa agli avversari.

Lodeiro e compagni avranno l’occasione di disputare il match senza grosse pressioni sulle proprie spalle ma sarà la concentrazione e la determinazione che metteranno in campo a mostrare la vera pasta di cui è fatta Seattle. Il sogno, dunque, potrebbe continuare. L’importante sarà non svegliarsi ora ma, possibilmente, domenica 10 dicembre data della finale per regalare quel trofeo tanto atteso da una città intera: la MLS Cup.


Facebook Comments

Questo sito Web utilizza cookies per offrirti la migliore esperienza. Accetta facendo clic sul pulsante "Accetta".

Cookie settings

Below you can choose which kind of cookies you allow on this website. Click on the "Save cookie settings" button to apply your choice.

FunzionaliOur website uses functional cookies. These cookies are necessary to let our website work.

AnaliticiOur website uses analytical cookies to make it possible to analyze our website and optimize for the purpose of a.o. the usability.

Social mediaOur website places social media cookies to show you 3rd party content like YouTube and FaceBook. These cookies may track your personal data.

AdvertisingOur website places advertising cookies to show you 3rd party advertisements based on your interests. These cookies may track your personal data.

AltroOur website places 3rd party cookies from other 3rd party services which aren't Analytical, Social media or Advertising.