“Gli inglesi hanno inventato il calcio ma non hanno ancora imparato a giocarlo”, da sempre questa è la critica più comune quando si parla della nazionale di calcio inglese. Pur vantando giocatori di altissima classe come Wayne Rooney, Harry Kane, l’astro nascente Marcus Rashford e, andando indietro nel tempo, David Beckham, Frank Lampard, Steven Gerrard, Paul Gascoigne, Bobby Moore e Bobby Charlton tra i tanti, la nazionale dei Three Lions non è mai riuscita ad ottenere grossi risultati in campo internazionale. Ad eccezione del mondiale del 1966 vinto tra le mura amiche ma circondato da molte polemiche riguardanti il gol irregolare convalidato a Geoff Hurst nella finale contro la Germania Ovest. La nazionale di sua Maestà non è più riuscita a ripetersi nel corso del tempo.

Sam Allardyce
Sam Allardyce

Lo scandalo – La panchina inglese è da sempre una delle più ambite per le sue potenzialità ma ultimamente sta vivendo un periodo davvero buio. Il passaggio di testimone da Roy Hodgson a Sam Allardyce ha visto l’ex allenatore del Sunderland dirigere una sola partita sulla panchina britannica. Allardyce è stato coinvolto in una inchiesta del Daily Telegraph dove veniva filmato mentre spiegava a due giornalisti in incognito come aggirare, dietro il pagamento di 400mila sterline, le norme imposte dalla Football Association nel 2008, introdotte per regolare la proprietà dei “cartellini” da parte di soggetti diversi dal club o dal calciatore stesso. Il giorno seguente a questo scandalo, Allardyce ha avanzato le sue dimissioni lasciando la panchina della nazionale inglese. Attualmente alla guida della nazionale siede Gareth Southgate (attuale coach della nazionale inglese Under 21) con un contratto ad interim finché non venga nominato un commissario tecnico.

La strana idea – Da qui parte la strana proposta della FA (Football Association). Secondo quanto riportato dal tabloid The Sun, la Federazione Inglese avrebbe offerto al duo Gerrard – Lampard un corso accelerato per diventare allenatori con l’intento di risollevare le sorti della Nazionale. Normalmente il corso ha una durata di quattro anni ma, in questo caso, la Federazione chiuderebbe “un occhio” per le due icone del calcio inglese. Nonostante siano ancora in attività, ed impegnati nei playoff MLS 2016 con le maglie dei Los Angeles Galaxy e dei New York City, la FA ha promesso loro il completamento del percorso in soli due anni. Frankie Lampard avrebbe, stando a quanto riportato dal The Sun, già dato la sua benedizione al progetto mentre, per quanto riguarda Steven Gerrard, l’ex capitano del Liverpool vorrebbe prima terminare la stagione e poi dire la sua. Rimanendo sempre in casa Galaxy, anche Ashley Cole sembra esser stato contattato dalla Federazione per lo stesso progetto.

Sembra, dunque, questa la nuova linea che intende seguire la FA. Portare ex campioni sulla panchina inglese con l’intento di istruire le nuove leve e, chissà, portare un giorno la nazionale al tanto agognato successo. Non sappiamo chi dei due svestirà i panni del giocatore per indossare i vestiti più eleganti e formali da allenatore ma siamo certi che ora le loro menti in questo momento sono concentrate sui play-off. Qualora dovessero lasciare le rispettive squadre, siamo sicuri che preferirebbero farlo da vincenti. Gerrard proverà impreziosire la ricca bacheca dei Galaxy con la sesta MLS Cup mentre Lampard vorrà regalare il primo e storico successo ai tifosi del New York City.


 

Facebook Comments

Questo sito Web utilizza cookies per offrirti la migliore esperienza. Accetta facendo clic sul pulsante "Accetta".

Cookie settings

Below you can choose which kind of cookies you allow on this website. Click on the "Save cookie settings" button to apply your choice.

FunzionaliOur website uses functional cookies. These cookies are necessary to let our website work.

AnaliticiOur website uses analytical cookies to make it possible to analyze our website and optimize for the purpose of a.o. the usability.

Social mediaOur website places social media cookies to show you 3rd party content like YouTube and FaceBook. These cookies may track your personal data.

AdvertisingOur website places advertising cookies to show you 3rd party advertisements based on your interests. These cookies may track your personal data.

AltroOur website places 3rd party cookies from other 3rd party services which aren't Analytical, Social media or Advertising.