NYCFC, tegola playoff: Lampard fuori un mese

Per la conquista dei playoff mancano piccoli passettini. Dopo un inizio stentato e tante polemiche attorno a Patrick Vieira, il NYCFC di Pirlo e Villa ha cambiato rotta complice anche l’umiliante 0-7 nel derby coi Red Bulls dello scorso maggio. Da lì in poi hanno corso, galoppato, ma a un mese dalla fine della regular season e con i playoff a un passo la franchigia del Bronx dovrà vedersela con una tegola: l’infortunio di Frank Lampard, uno degli uomini-immagine della rinascita insieme a Jack Harrison.

vieira-nycfcIl centrocampista inglese, criticato ed etichettato come peggior acquisto di sempre della MLS a inizio stagione e fischiato in quella sciagurata notte del derby al suo debutto stagionale dopo il lungo infortunio, ha zittito tutti segnando 12 gol nelle 14 partite giocate. Una media impressionante in zona realizzativa migliorata dall’equilibrio portato al centrocampo del NYCFC a fianco di Pirlo. Insomma, ha portato qualità e si è vista tutta sul campo. E adesso?

I report medici parlano di un’assenza di 3-4 settimane per l’inglese con l’incognita sulle sue condizioni al rientro per i playoff vista anche la non giovanissima età di Lampard. Ma il problema è un altro. Se l’accesso alla postseason al secondo anno assoluto di MLS non sembra in discussione – anche se non ancora ufficiale – bisogna capire quale spot il NYCFC riuscirà a raggiungere. Al termine della Week 28 sarebbe quarto di finale per differenza reti (guarda un po’) nei confronti dei Red Bulls, e proprio la corsa sui cugini, che varrebbe l’accesso diretto alla semifinale, si è complicata con l’assenza dell’inglese.

“E’ un grosso problema, inutile nasconderlo – ha ammesso Vieira -. Da quando è tornato dall’infortunio la squadra ha segnato molto di più e giocato molto meglio. Siamo comunque in una buona posizione e ho diverse opzioni per sopperire alla sua assenza”. Sì, ma quali?

Una potrebbe essere quella adottata a caldo nel pareggio 2-2 contro FC Dallas. Al posto di Lampard è entrato Mendoza facendo bene nel ruolo di centrocampista offensivo. Scelta rischiosa ma che in un certo tipo di partite potrebbe portare i propri frutti. Un’altra riguarda Tommy McNamara, in gol contro i texani, che potrebbe partire titolare contro i Chicago Fire. Ma anche Harrison, con Mendoza o Shelton davanti, secondo Vieira ha le potenzialità per svolgere il lavoro fatto da Lampard fino all’infortunio. Insomma, nel cestino delle idee di Vieira c’è di che pescare.


 

Facebook Comments

Questo sito Web utilizza cookies per offrirti la migliore esperienza. Accetta facendo clic sul pulsante "Accetta".

Impostazioni dei cookie

Di seguito puoi scegliere quale tipo di cookie consentire su questo sito web. Fai clic sul pulsante "Salva impostazioni cookie" per applicare la tua scelta.

FunzionaliIl nostro sito web utilizza cookie funzionali. Questi cookie sono necessari per far funzionare il nostro sito web.

AnaliticiI cookie analitici, che possono essere di prima o di terza parte, sono installati per collezionare informazioni sull’uso del sito web. In particolare, sono utili per analizzare statisticamente gli accessi o le visite al sito stesso e per consentire al titolare di migliorarne la struttura, le logiche di navigazione e i contenuti.

Social mediaI cookie di profilazione e i social plugin, che possono essere di prima o di terza parte, servono a tracciare la navigazione dell’utente, analizzare il suo comportamento ai fini marketing e creare profili in merito ai suoi gusti, abitudini, scelte, etc. In questo modo è possibile ad esempio trasmettere messaggi pubblicitari mirati in relazione agli interessi dell’utente ed in linea con le preferenze da questi manifestate nella navigazione online.

PubblicitariIl nostro sito web inserisce cookie pubblicitari per mostrarti pubblicità di terze parti in base ai tuoi interessi. Questi cookie possono tracciare i tuoi dati personali.

AltroIl nostro sito web inserisce cookie di terze parti da altri servizi di terze parti che non sono analitici, social media o pubblicitari.