Il 4 agosto si avvicina e gli scontenti dei vari club tentano di trovare la giusta collocazione per dare nuova verve alla propria stagione. Ecco quattro nomi che potremmo vedere con altre maglie entro la deadline del calciomercato.

Mix Diskerud (New York City)

NYCFC-Mix-Diskerud-620x400

Patrick Vieira sembra aver trovato il giusto schema per i suoi New York City e il buon Mix non sembra riuscirne a fare parte. Da titolare fisso col passare del tempo sembra essere finito nel dimenticatoio perdendo, inoltre, la convocazione nella nazionale di Jurgen Klinsmann per la Copa America Centenario. Indiscrezioni su Twitter parlano di un interesse da parte dei Impact Montréal. Non si sa se l’affare in concluderà entro la fine della sessione ma sicuramente il giovane 25enne ha voglia di dire la sua anche lontano dalla grande mela.

Shea Salinas (San José) 

Salinas_HeroShot

Con l’arrivo del duo Dawkins e Quintero, i San Jose hanno ridisegnato il proprio organico offensivo. Assieme all’eterno Wondolowski  l’ala 30enne sembra non poter competere per un posto da titolare. Impiegato solamente per sei volte in questa stagione, Salinas si è dovuto adattare nel ricoprire più ruoli ma senza successo. I piedi di certo non gli mancano e, se impiegato nella giusta posizione, può ancora dire la sua.

Raymon Gaddis (Philadelphia)

gaddis

Con Fabinho a sinistra e Rosenberry a destra le fasce sembrano essere piene per il difensore classe 1990. Nella sua esperienza con i Philadelphia Union, iniziata nel 2012, ha collezionato più di cento presenze ma purtroppo quest’anno ha disputato solamente 7 partite. Difensore affidale abile nel gioco sia sulla fascia sinistra che su quella destra potrebbe rendere felice molte squadre con problemi nella retroguardia. Avrà la sua occasione?

Ashtone Morgan (Toronto)

morgan-ashtone110918getty

Esordisce nel 2011 a 20 anni grazie a Aron Winter ( si proprio lui, ex Inter e Lazio), allora tecnico dei Toronto FC. Il terzino vanta più di cento presenze nella MLS ma da quando, nel 2014, Justin Morrow è entrato a far parte della squadra canadese, gli spazi per Morgan sono diminuiti sempre più. Se l’anno scorso Morgan ha avuto molte possibilità per esprimersi, quest’anno ha collezionato più panchine che presenze. 


Facebook Comments

Questo sito Web utilizza cookies per offrirti la migliore esperienza. Accetta facendo clic sul pulsante "Accetta".

Cookie settings

Below you can choose which kind of cookies you allow on this website. Click on the "Save cookie settings" button to apply your choice.

FunzionaliOur website uses functional cookies. These cookies are necessary to let our website work.

AnaliticiOur website uses analytical cookies to make it possible to analyze our website and optimize for the purpose of a.o. the usability.

Social mediaOur website places social media cookies to show you 3rd party content like YouTube and FaceBook. These cookies may track your personal data.

AdvertisingOur website places advertising cookies to show you 3rd party advertisements based on your interests. These cookies may track your personal data.

AltroOur website places 3rd party cookies from other 3rd party services which aren't Analytical, Social media or Advertising.