USA-Messico: l'effetto Trump in una sfida mai banale | MLS Soccer Italia

USA-Messico: l’effetto Trump in una sfida mai banale

Nella notte tra l’11 e il 12 novembre al MAPFRE Stadium di Columbus, Ohio si giocherà USA-Messico, sfida valevole per la qualificazione a Russia 2018. Molto più di una sfida di calcio, ancora meno dopo la recente elezione di Donald Trump (con un passato da calciatore) come presidente degli Stati Uniti. Da sempre questa sfida ha portato con sé tutta la tensione e gli sfottò tipici di un derby vista la presenza massiccia di messicani sul suolo americano, ma con le dichiarazioni del prossimo presidente americano la tensione toccherà le stelle come sta già accadendo in altri ambienti in California e dintorni.

Si gioca a Columbus, uno stadio portafortuna per gli USA e scelto appositamente dalla federazione del soccer visti i recenti confronti. Dal 2001 a oggi quando USA-Messico si è sempre giocato qui, la nazionale a stelle e strisce ha sempre vinto, e sempre 2-0. Ecco spiegata la scelta della federazione di declinare l’offerta di Seattle e Kansas City di ospitare la sfida, avallata da uomini chiave come Howard, Bradley e Kljestan.

Dopo il risultato delle elezioni, però, la sfida contro il Messico assume una significato ancora più importante, come ha ricordato il capitano Bradley. La deportazione di massa degli immigrati privi di regolare documento è uno dei punti forti del programma di Trump che ha parlato dei messicani come portatori di droga, criminalità e stupri negli Stati Uniti. La costruzione del muro (che in realtà divide già USA e Messico per più di 3mila km) non è una priorità, ma la tensione tra gli americani e le etnie immigrate è alle stelle. Sugli spalti si avvertirà, con la speranza che non sfocino in atti di violenza.

Intanto – come riporta Calciomercato.com – i bookmakers internazionali si stanno dilettando sulle più svariate scommesse, anche provocatorie. Sono quotati il messaggio politico dei giocatori USA prima della partita e uno dei messicani, oppure azioni di protesta. Simpaticamente è pubblicizzata la quota del “muro americano” – inteso come barriera – su un calcio di punizione per il Messico e così via. Intanto però El Tricolor è considerata favorita per la vittoria della partita. Sempre che Trump sia d’accordo


 

Commenti

comments

Redazione
MLS Italia vuole porsi come punto di informazione per gli appassionati di Major League Soccer, NASL e categorie inferiori ma anche come punto di riferimento italiano per gli addetti ai lavori

Leggi anche

Torna su