US Soccer, si cambia: NASL resiste, USL cresce. Entrambe saranno D2 | MLS Soccer Italia

US Soccer, si cambia: NASL resiste, USL cresce. Entrambe saranno D2

La piramide calcistica degli Stati Uniti ha subito un drastico, quanto inaspettato, cambiamento: il secondo livello dietro alla MLS, il famoso D2 detenuto dalla NASL nella stagione 2016 contro la D3 della USL, sarà condiviso nel 2017 dalle due leghe. Lo ha comunicato la USSF con un comunicato ufficiale atteso da tutti gli appassionati più di un mese, spiegando come per tutta la stagione che verrà sia la NASL che la USL dovranno dimostrare di poter rispondere ai requisiti richiesti per mantenere il nuovo status che, quindi, è provvisorio.

Questi requisiti riguardano entrambe le leghe e tutti i livelli del calcio americano tenendo conto del numero di squadre, la distribuzione geografica delle franchigie, l’ampiezza del mercato in cui la squadre giocheranno e dei minimi economici per garantire la sopravvivenza del movimento. Una decisione comune che va letta in maniera diametralmente opposta.

Il mantenimento del D2 per la NASL è una grande vittoria che significa sopravvivenza dopo il tantissimo pessimismo successivo al fallimento dei New York Cosmos e all’addio in direzione USL di Tampa Bay Rowdies e Ottawa Fury, e in direzione MLS dei Minnesota United. Il tutto unito allo scandalo Traffic Sports che ha minato la stabilità economica del movimento, con tutti i problemi del caso anche ai Fort Lauderdale Strikers, Rayo OKC e Jacksonville Armada.

Al tempo stesso la D2 è una conquista per la USL, che nel 2017 che sarà a 30 squadre. Per diverse settimane si pensava che proprio questa lega avrebbe scambiato il proprio status di D3 con la NASL, segnando la parola fine alla concorrente. Ma non è così, anche perché i New York Cosmos, il motore trainante della NASL, potrebbe essere comprati da Rocco Commisso, CEO di Mediacom, che come compromesso aveva chiesto il mantenimento del livello del campionato.

Secondo fonti americane, la NASL dovrebbe iniziare il prossimo campionato di Spring Season con otto squadre ai nastri di partenza: Miami FC di Nesta, che mai si è espressa in favore di un trasloco nella USL come fatto da altre società; Indy Eleven, North Carolina FC, Puerto Rico FC, Edmonton FC e i nuovi San Francisco Deltas. A questi vanno aggiunti i Jacksonville Armada FC e, se tutto andrà per il verso giusto, i New York Cosmos. A queste con ogni probabilità verranno aggiunte tre nuove squadre nella seconda parte di stagione, la fall season: San Diego, Orange County e una squadra NASL di Atlanta.


 

Commenti

comments

Max Cristina
Giornalista dal 2006, collaboro con SportMediaset, TgCom24 e Goal Italia. Ideatore e fondatore di MLSsocceritalia.com, precedentemente redattore di Calciomercato.com

Leggi anche

Torna su