Ufficiale, MLS a ventisei club nel 2020: dieci città in lizza | MLS Soccer Italia

Ufficiale, MLS a ventisei club nel 2020: dieci città in lizza

Adesso è ufficiale: la MLS entro il 2020 avrà ventisei franchigie e le ultime due ad iscriversi alla lega saranno annunciate nella seconda metà del 2017. L’espansione è stata confermata dal commissioner Don Garber che alle tempistiche per l’allargamento ha anche definito in 150 milioni di dollari l’una la quota di iscrizione. Ma non è tutto, come più volte dichiarato l’intenzione è quella di espandere la MLS sul territorio fino ad avere almeno 28 squadre, ma le ultime due saranno poi ufficializzate più avanti nel tempo e con una quota da pagare maggiore.

Nella stagione 2017 che verrà, con l’ingresso di Atlanta United e Minnesota United, la MLS si è ampliata a ventidue squadre, con gli slot 23 e 24 che nel tempo sono già stati assegnati ai Los Angeles FC (LAFC), il cui ingresso è previsto nel 2018, e Miami, che con un gruppo guidato da Beckham sta cercando di risolvere gli ultimi intoppi burocratici e di investitori.

Dall’annuncio di Garber di voler passare a 28 squadre entro il 2024, però, sono state numerose le richieste di affiliazione sponsorizzate e portate avanti, non ultima quella dei Tampa Bay Rowdies di St Petersburg, Florida. Ma sono dieci i gruppi ufficialmente in corsa per prendere i due posti aperti dalla MLS: Charlotte, Cincinnati, Detroit, Nashville, Raleigh/Durham, Sacramento, St Louis, San Antonio, San Diego e appunto Tampa/St Petersburg.

I gruppi interessati avranno tuttavia tempo fino al 31 gennaio 2017 per presentare la loro candidatura con la documentazione necessaria da sottoporre all’esame della commissione composta ad hoc. Dovranno concentrarsi sulla proprietà, in modo da fornire prove di una struttura solida finanziariamente; lo stadio di proprietà e per il calcio; supporto di gruppi locali per la sponsorizzazione e non solo.

Come riportato dal comunicato della Major League Soccer, però, i fattori chiave a cui verrà data la priorità saranno tre:
– Una proprietà radicata sul territorio che creda nei valori della MLS e con risorse da investitori nelle infrastrutture per lo sport nel rispettivo mercato di riferimento;
– Una fan base forte e storicamente presente sia per il calcio (sia stato NASL, USL…) che per altri sport. Inoltre un mercato geograficamente appetibile per sponsor e contratti tv;
– Uno stadio di proprietà che sia anche un servizio per lo sport nella comunità.

A giudicare le candidature che perverranno alla lega calcistica americana ci sarà un comitato d’espansione ad hoc, composto da cinque proprietari di società MLS: Jonathan Kraft (NE Revolution), Andrew Hauptman (Chicago Fire), Anthony Precourt (Columbus Cres), Phil Rawlins (Orlando City) e Jay Sugarman (Philadelphia Union).

“C’è un grande interesse nel calcio professionistico tra Usa e Canada – ha dichiarato Don Garber a margine dell’annuncio -. Da quando abbiamo parlato di espandere a 28 squadre la lega, molti potenziali proprietari ci hanno contattato e molti politici locali hanno espresso il desiderio di portare la MLS nella loro città. Nel 2017 valuteremo le candidature e incontreremo i potenziali proprietari”.

E voi tra le 10 città dove vorreste vedere una franchigia MLS?


Commenti

comments

Max Cristina
Giornalista dal 2006, scrivo per SportMediaset, TgCom24 e collaboro con Goal Italia. Ideatore e fondatore di MLSsocceritalia.com, precedentemente redattore di Calciomercato.com

Leggi anche

Torna su