Team of the Week 5 | MLS Soccer Italia

Team of the Week 5

Torna la MLS a pieno regime, fatta eccezione per Dallas e Colorado, e tornano le grandi emozioni. Settimana ricca di novità dalla prima vittoria in stagione, e nella storia della MLS, per i Minnesota United (4-2 al Real Salt Lake), passando dall’esordio, con gol, della nuova stella di Chicago Bastian Schweinsteiger, arrivando al trio Salt Lake – Montreal – Philadelphia ancora con zero vittorie a tabellino.

La domanda sorge spontanea. Chi sono stati i migliori di questa settimana?

Partiamo dal terzetto là davanti. Minnesota ottiene la sua prima vittoria in campionato grazie al 4-2 rifilato al Real Salt Lake. Gran merito di questo poker se lo prende a pieni voti Christian Ramirez. Se qualcuno temeva per il suo rendimento in una serie maggiore alla NASL, beh, si dovrà ricredere. Con l’ultima doppietta è arrivato il quinto gol in quattro partite. Not bad. A fargli compagnia in attacco, una sorpresa che sta diventando sempre più una conferma. Dopo due anni di anonimato con la maglia dei Dynamo e la breve parentesi in Messico, anche li senza fortuna, Erick “Cubo” Torres è tornato più carico che mai. Nel suo saccone da viaggio troviamo gol, tanti gol. Questa volta a farne le spese sono i New York Red Bulls ai quali El Cubo rifila la sua prima tripletta stagionale. A chiudere il trio c’è Cristian Techera. L’uruguayano dei Vancouver Whitecaps, dopo essersi dimostrato bomber di coppa con 5 reti in 5 incontri nella CONCACAF Champions League, ha deciso di espandere il suo regno anche in campionato. La prima vittima della stagione ha un nome e cognome: Los Angeles Galaxy.

In mediana, chi si prende le luci della ribalta non può essere nessun’altro se non lui. Esordio con gol. Bastian Schweinsteiger si presenta così nella sua nuova realtà. È suo il gol che apre il match tra i Chicago Fire e Montreal Impact. Alla festa Whitecaps si invita anche Matias Laba con due gol e un gran mal di testa per tutti i tifosi dei Galaxy. Un Moment aiuterà a dimenticare questa brutta giornata. Chi, invece, questa giornata se la ricorderà per bene sarà Justin Meram. I Columbus Crew sembrano essere i lontani parenti di quelli ammirati, male, nella scorsa stagione. Con la doppietta di Meram sugli Orlando City, i Crew oltre ai tre punti ottengono anche il primato in solitaria della Eastern Conference. A chiudere il centrocampo, Cristian Roldan mostra che per essere tra i migliori non bisogna per forza andare in gol. La sua partita è stata ordinata e precisa riuscendo a limitare gli attacchi delle frecce rossonere di Atlanta.

Il pacchetto difensivo ritrova un altro componente dei Seattle Sounders. Vale lo stesso discorso fatto per Roldan. Anche Gustav Svensson sale sul carro dei vincitori con una solida prestazione. Il vichingo potrà dare una mano importante ai campioni in carica della MLS. Il posticipo della Week 5 ha mostrato un bel pareggio tra i Portland Timbers e i New England Revolution. L’incontro, terminato 1-1, ha visto andare sul tabellino dei marcatori Diego Valeri e Lee Nguyen ma chi si è davvero distinto ha preferito rimanere dietro le quinte. Antonio Delamea e Marco Farfan hanno fatto si che l’incontro risultasse in parità chiudendo a vicenda la vena realizzativa degli attaccanti avversari.

Il vero custode, quello che ha chiuso tutto o quasi, è stato senza ombra di dubbio Bill Hamid. I D.C. United si sono imposti per 2-1 sui Philadelphia Union e tutto questo è stato reso possibile grazie alla superba prestazione di uno dei migliori portieri di tutta la MLS.

Commenti

comments

Simone Baldo
Simone Baldo, classe 1991. Laureato all’Università degli Studi di Milano-Bicocca in Comunicazione Interculturale. Ho iniziato a scrivere per Sprint&Sport

Leggi anche

Torna su