NYCFC, stadio nuovo: tanti dubbi, niente progressi | MLS Soccer Italia

NYCFC, stadio nuovo: tanti dubbi, niente progressi

“Ma il New York City FC avrà mai un proprio stadio?”. Diciamolo subito, per quanto sia suggestivo e quasi irreale giocare ed assistere una partita in un tempio come lo Yankee Stadium, il gioiellino del baseball è tutto fuorché adatto ad ospitare partite di calcio. Rettangolo di gioco disegnato in diagonale, tribune (e tribuna stampa) non propriamente comodo per i riferimenti calcistici e terreno spesso brutto da vedere anche agli occhi degli spettatori da casa. Ecco allora che la questione nuovo stadio, pensato esclusivamente per ospitare il calcio (o soccer),  tra i requisiti per l’ingresso nella MLS diventa una questione d’obbligo che però da due anni tiene banco solo a parole con pochi fatti. E di progressi ne sono stati fatti pochi.

“Non abbiamo novità riguardanti il nuovo stadio – ha rivelato il presidente Patricof -. Stiamo lavorando molto su questa questione per trovare un sito adatto alla costruzione del nostro impianto, stiamo cercando in tutti i “five boroughs”, ma non potendo sbagliare dobbiamo scegliere il posto giusto. Ripeto, stiamo lavorando duramente su questo aspetto. Sono pieno di speranza e ottimismo, ma per far sì che le cose vadano nel verso giusto ci sono tanti fattori che debbono incrociarsi perfettamente”.

Allo stesso tempo, però, la società è attivissima nella promozione del soccer tra i ragazzini. Il NYCFC sta aiutando la città di New York a costruire nuovi campi da gioco in sintetico in tutta la città, circa 50 nei prossimi cinque anni. Bellissimo, ma particolare, visto che ci sono probabilità che tra cinque anni lo stesso City non abbia un campo da gioco tutto suo. Di sicuro non con Pirlo, Villa e Lampard ad attirare i tifosi.


 

Commenti

comments

Redazione
MLS Italia vuole porsi come punto di informazione per gli appassionati di Major League Soccer, NASL e categorie inferiori ma anche come punto di riferimento italiano per gli addetti ai lavori

Leggi anche

Torna su