MLS, Goal of the Week 17 | MLS Soccer Italia

MLS, Goal of the Week 17

Sulla ruota della MLS è uscito il numero diciassette e anche nell’ultimo turno i gol non si sono fatti mancare.

Si parte con D.C. United – Atlanta e con la prima rete dell’incontro firmato Julian Gressel. Nel secondo tempo, invece, Luciano Acosta Patrick Nyarko ribaltano il match permettendo ai capitolini di raggiungere la vittoria numero cinque in campionato. Per Atlanta, invece, la prima delle due sfide di questa Week termina con il segno negativo.

 

 

Signore e signori, la vittoria passa anche da Minneapolis. I Loons riescono a superare i Portland Timbers grazie all’autorete di Amobi Okugo, al gol del solito Christian Ramirez e al secondo gol stagionale della prima scelta del SuperDraft Abu Danladi. Per gli ospiti il “Maestro” Diego Valeri e un autorete di Francisco Calvo rendono la sconfitta meno amara. Minnesota, quindi, riesce a vendicarsi del 4-0 subito in casa dei Timbers nella loro partita d’esordio in MLS.

 

 

 

Colorado Rapids – Los Angeles Galaxy ha il suo protagonista principale: Jack McBean. Con una doppietta l’attaccante statunitense, coadiuvato dal solito Romain Alessandrini, sbriga la pratica Colorado, squadra sempre più irriconoscibile rispetto alla stagione scorsa. La difesa, ora, non è più un punto di forza dati i venti-tre gol subiti in sole sedici gare.

 

 

 

Termina con un pareggio una delle sfide più interessanti, almeno sulla carta, di questa settimana. Seattle Sounders – Orlando City finisce 1-1 con una rete per tempo. Al vantaggio iniziale firmato da Will Bruin, ottimo sostituto dell’ex Nelson Valdez, risponde a tempo ormai scaduto Scott Sutter. Il difensore coglie benissimo l’assist di Kakà e, di testa, permette ai Lions di agguantare un punto insperato.

 

 

 

Drew Moor Sebastian Giovinco, una coppia vincente per Toronto. Sono loro i protagonisti nella vittoria del BMO Field contro i New England Revolution. Al gol di rapina del difensore, si aggiunge il settimo centro stagionale della Formica Atomica torinese. Il gol del numero dieci è il perfetto di mix di velocità, astuzia e precisione. Vittoria numero dieci per Toronto e primo posto della Eastern Conference sempre in tasca.

 

Il derby del Texas termina con un equilibrato pareggio. Al BBVA Compass Stadium di Houston, gli Orange passano in vantaggio con il bomber Erick “el Cubo” Torres. Gol di precisione e robot dance. La festa, però, si interrompe bruscamente intorno all’ora di gioco con l’arciere Maximiliano Urruti. Controllo e freccia scoccata alle spalle di Tyler Deric.

 

 

 

New York si tinge di blu! Il secondo derby della Week 17, quello della Grande Mela, vede una sola squadra in campo. I ragazzi di Patrick Vieira giocano una partita votata all’attacco e grazie alle reti di Jack Harrison e di Ben Sweat sbancano la Red Bull Arena aggiudicandosi la stracittadina. Grazie a questa vittoria, i Citizens mantengono il terzo posto nella Eastern Conference mentre le “lattine” sono costrette a ad uscire, momentaneamente, dalla zona play-off.

 

Il doppio turno di settimana da la possibilità ad Atlanta di sollevarsi dopo la sconfitta subita a Washington. I rossoneri superano Colorado, che subisce così la seconda sconfitta nel giro di tre giorni, grazie al settimo gol stagionale firmato dall’ex Toro Josef Martínez. I tre punti ottenuti nell’ultima giornata, permettono alla banda del Tata Martino di entrare, a discapito dei New York Red Bulls, in zona play-off.

 

 

 

Ai Philadelphia Union basta la rete di  Fafà Picault per abbattere la difesa dei D.C.United. Il piattone sinistro dell’ala regala un po’ di fiato alla squadra di Jim Curtin che, dopo tre sconfitte consecutive, riesce a tornare alla vittoria.

 

 

Perentoria vittoria di Columbus sui Montreal Impact del nostro Matteo Mancosu. I gialloneri si impongono per 4-1 grazie alla rete, direttamente da calcio di punizione, di Federico Higuain che va ad aprire l’incontro. Anthony Jackson-Hamel, pochi minuti più tardi, ristabilisce l’equilibrio ma nel secondo tempo Kekuta MannehOla Kamara e, ancora una volta Higuain firmano il poker a favore della franchigia dell’Ohio.

 

 

Vancouver sogna, Minnesota riporta i canadesi con i piedi sulla terra. Questo il riassunto, in breve, della sfida tra le due franchigie del nord. Doppio vantaggio degli ospiti con Cristian Techera, arrivato al quinto gol stagionale, e Tony Tchani. Nella ripresa i Loons tirano fuori l’orgoglio del grande stato del nord riuscendo a ribaltare l’incontro grazie alle prime reti stagionali di Francisco Calvo Jérôme Thiesson. 

 

Chicago Fire – Orlando City si rivela una partita a senso unico. I “pompieri” domano in pochi minuti l’incendio Orlando con i suoi uomini migliori. David Accam (tripletta) e Nemanja Nikolic firmano il poker e permettono a Chicago di volare al secondo posto della Eastern Conference a un solo punto di distanza da Toronto capolista. Rispetto ad una anno fa, il vento è cambiato ed in meglio!

 

Vittoria acrobatica per Sporting Kansas City in casa dei Los Angeles Galaxy grazie al goleador inaspettato Ike Opara che con un splendido colpo volante riesce a chiudere l’incontro aperto pochi minuti prima dal sinistro di Róger Espinoza. Per i Galaxy, la rete della bandiera, arriva a quasi dieci minuti dalla fine con Dave Romney. 

 

 

Per una parte della California che piange, simbolicamente parlando, ce n’è un altra che ride. Si tratta dei San Jose Earthquakes che nella sfida del Avaya Stadium superano agevolmente l’ostacolo Real Salt Lake grazie alle reti di Danny Hoesen e di Marcos Ureña. Sul finire della gara, gli ospiti riescono ad andare in rete con José Hernández che di sinistro firma il suo primo gol in questo campionato.

 

Chiudiamo infine con l’ennesimo derby di questa settimana. Il derby tra i Portland Timbers e i Seattle Sounders non va oltre il 2-2. Aprono le danze le Sirene di Seattle con la rete del terzino Joevin Jones, bravo nel sfruttare al meglio una corta respinta del portiere avversario. Fanendo Adi dagli undici metri ristabilisce l’equilibrio spiazzando Frei e pochi minuti più tardi Dairon Asprilla porta i padroni di casa sul 2-1. L’ultimo guizzo della partita, però, lo regala l’eterno Clint Dempsey che di testa, a tempo oramai scaduto, ristabilisce l’equilibrio.

Commenti

comments

Simone Baldo
Simone Baldo, classe 1991. Laureato all’Università degli Studi di Milano-Bicocca in Comunicazione Interculturale. Ho iniziato a scrivere per Sprint&Sport

Leggi anche

Torna su