MLS, Expansion Draft: i nomi più caldi per Atlanta e Minnesota | MLS Soccer Italia

MLS, Expansion Draft: i nomi più caldi per Atlanta e Minnesota

Si avvicina sempre più l’Expansion Draft che vedrà “sfidarsi” Atlanta United e Minnesota United nella scelta di 10 giocatori da inserire nel proprio roster. Quest’anno la scelta è stata ridotta a 5 nomi per ogni franchigia mentre in passato le franchigie poterono sceglierne il doppio.  Ecco la situazione dei giocatori non protetti, confermati o tagliati.

Ecco quindi i nomi più caldi da draftare per le due franchigie:

1° SCELTA ATLANTA UNITED : GONZALO VERON

L’ala argentina potrebbe essere la prima scelta, tra i giocatori “non protetti” sembra essere il più talentuoso inoltre Veron non si è ambientato molto bene nei NYRB, giocando poco e incidendo meno. Cambiare aria potrebbe fargli bene ed inoltre qui troverebbe Tito Villalba che come lui è scuola San Lorenzo e, come coach,  il Tata Martino, suo connazionale con cui potrebbe ritagliarsi un ruolo da protagonista in un ipotetico 4-1-4-1 con lui e Villalba esterni a servire Kenwyne Jones nel mezzo dell’attacco.

1° SCELTA MINNESOTA UNITED: GRAHAM ZUSI

Gli Sporting KC, a sorpresa, non dovrebbero “proteggere” Zusi e così i Loons potrebbero draftarlo come primo in modo da avere un giocatore esperto non solo in MLS ma anche con la maglia della nazionale. Sarebbe un colpo più che discreto dato che finora a Minneapolis non hanno dato gran segnali al contrario degli Atlanta United.

2° SCELTA ATLANTA UNITED: HARRY SHIPP

L’ex talento dei Chicago Fire si trova ora ai Montreal Impact con i quali non ha mai ingranato, non a caso la franchigia canadese starebbe pensando di “non proteggerlo”. Per gli Atlanta United potrebbe essere il tassello giusto per completare il centrocampo che sogna il Tata, un mediano (McCann), un giocatore box to box (Almiron) e un regista avanzato (Shipp).

2° SCELTA MINNESOTA UNITED: STEVEN BEITASHOUR

Il terzino dei Toronto FC non sarà tra i “protetti” e con buona probabilità sarà uno dei difensori più considerevoli da poter draftare. A Minneapolis pensano che possa essere lui l’uomo giusto per rinforzare le fasce e garantire una buona dose di esperienza in ambito MLS.

3° SCELTA ATLANTA UNITED: JACK MCINERNEY

L’attaccante dei Portland Timbers in Oregon ha avuto poca fortuna e dopo una sola stagione potrebbe già lasciare. Per lui andare ad Atlanta sarebbe una sorta di ritorno, infatti lui è cresciuto, calcisticamente parlando nel Cobb FC, club della Georgia. Fin da quando Atlanta fu annunciata come prossima espansione il centravanti, nativo del Tennessee, ha dichiarato di valutare un’eventuale offerta e il momento sembra propizio dato che lui potrebbe essere adatto al ruolo di vice Kenwyne Jones.

3° SCELTA MINNESOTA UNITED:  ZAC MACMATH

Il portiere dei Rapids ha fatto capire che non passerà il 2017 a fare il vice di Tim Howard così i Minnesota United l’hanno subito contattato e le parti sembrano essersi trovate. MacMath potrebbe anche essere messo sotto contratto come DP e sarebbe certamente titolare visto che N’Djock (portiere titolare dei Loons nell’ultima stagione in NASL) non è stato confermato.

4° SCELTA ATLANTA UNITED: MICHAEL STEPHENS

Il centrocampista americano è stato rilasciato dai Chicago Fire e vista la sua duttilità potrebbe essere un valido elemento a centrocampo per la formazione della Georgia in quanto Stephens può giocare sia da mezz’ala che da mediano davanti alla difesa, un’alternativa più che valida in mezzo al campo.

4° SCELTA MINNESOTA UNITED: DAMION LOWE

Il centrale giamaicano di proprietà dei Sounders è un serio obbiettivo per rafforzare la difesa. I Loons infatti conoscono già il giocatore in quanto ha fatto parte del roster della stagione appena conclusa dove lo stesso Lowe è risultato essere uno dei migliori così per lui potrebbe essere grande chance di una stagione in MLS da protagonista.

5° SCELTA ATLANTA UNITED: LONDON WOODBERRY

Il difensore dei Revs potrebbe essere un tassello importante per la difesa degli Atlanta United. Woodberry ha 25 anni ed è quindi relativamente giovane ma ha già due stagioni da titolare in MLS ed inoltre dispone di una buona duttilità potendo giocare sia da terzino su entrambe le fasce (suo ruolo naturale) ma anche da centrale, ruolo ricoperto spesso nell’ultima stagione con discreti risultati.

5° SCELTA MINNESOTA UNITED: BAGGIO HUSIDIC

Nelle rivoluzione che sta avvenendo a LA il centrocampista bosniaco potrebbe non essere “protetto”. Per i Loons sarebbe un ottimo rinforzo in mezzo al campo, un mediano dal sicuro affidamento e dalla notevole esperienza in MLS, insomma potrebbe diventare uno dei leader tecnici e non solo della franchigia.


 

Commenti

comments

Lorenzo Viganò
Seguo la MLS perché adoro la mentalità americana negli sport, in particolare, la spettacolarità che gli viene data grazie ai playoff. Reputo la MLS un campionato genuino, senza polemiche e che premia chi merita

Leggi anche

Torna su