Mercato MLS, le pagelle della Western Conference | MLS Soccer Italia

Mercato MLS, le pagelle della Western Conference

CALCIOMERCATO MLS 2016: LE PAGELLE DELLA FINESTRA ESTIVA

Il 3 Agosto si è chiusa la finestra di mercato per i club MLS che adesso non potranno più fare acquisti ad eccezione degli svincolati, mentre il mercato in uscita resta ancora aperto e il congelamento definitivo delle rose arriverà solo al 15 Settembre. Andiamo quindi ad analizzare l’operato delle 20 franchigie della MLS dando anche un voto alle operazioni effettuate nel corso di questa sessione, cominciando dalle franchigie della Western Conference.

ColoradoCOLORADO RAPIDS – VOTO 7,5
I Rapids che già avevano stupito nell’ultima sessione si sono ripetuti anche ora, sono infatti arrivati Howard, idolo indiscusso negli USA nonché portiere caratura internazionale e Le Toux, veterano della MLS che sarà una valida alternativa a Gashi e Pappa. E’ stata mantenuto l’intero organico che sta facendo una stagione fantastica ad eccezione di Solignac ceduto ai Chicago Fire e del giovane Appiah rilasciato per poi essere messo sotto contratto da SKC. Un mercato con i fiocchi anche se un attaccante da 10/15 gol sarebbe stata la vera ciliegina sulla torta.

FC DALLAS – VOTO 6,5
I Texani sono stati al centro del mercato per la vicenda che ha visto protagonista Castillo, ceduto al Trabzonspor ma poi richiamato in Texas poiché il club turco non aveva rispettato l’offerta pattuita. L’esterno colombiano, consapevole del proprio aumento di stipendio, ha fatto pressioni sul club avendo così un ruolo decisivo nella sua cessione. Sul fronte acquisti a rinfofc dallasrzare la difesa sono arrivati l’esperto Norberto Paparatto, argentino ex-Portland, e il giovane Aubrey David, arrivato dal Deportivo Saprissa e seguito da vari club della MLS. Molta curiosità invece per l’arrivo, in prestito, dell’attaccante brasiliano Getterson che ha fatto bene nello scorso Brasileirao segnando 8 reti in 15 gare. La cessione di Castillo ha il suo peso e Dallas non sembra avere un sostituto all’altezza. Il protrarsi della trattativa ha impedito di trovare un sostituto dell’esterno colombiano, questa l’unica pecca di un mercato come sempre low cost ma molto intelligente da parte di Dallas

Houston Dynamo Logo_4HOUSTON DYNAMO – VOTO 5
I Dynamo hanno avuto porte girevoli per quanto riguardo il centrocampo, in entrata è arrivato l’esperto Eric Alexander dai Montral Impact oltre ai giovani Arboleda ed Escalante, quest’ultimo in prestito. Hanno salutato il Texas invece Miranda, rientrato all’Independiente poiché il suo prestito era scaduto, e David Rocha, tornato in Spagna per motivi familiari. Houston che ha acquistato anche il centrale costaricano Keyner Brown, arrivato in prestito con possibilità d’acquisto entro fine 2016, dopo una lunga trattiva con l’Heradiano. Ma i Dynamo hanno fatto rumore per la cessione del loro capitano, Giles Barnes, ai Vancouver Whitecaps. Questo nelle ultime ore di mercato e in TLA Galaxy Logo_3exas non è arrivato nessuno a sostituirlo, mossa abbastanza pericolosa e che rischia di peggiorare una stagione già disastrosa.

LOS ANGELES GALAXY – VOTO 6
Come prevedibile i Galaxy non hanno effettuato nessuna operazione di mercato. La rosa era ritenuta già all’altezza e l’immobilismo sul mercato n’è stata la dimostrazione. Unica nota da segnalare, il no rifilato al Maccabi Tel-Aviv per Steres, autentica rivelazione di questa stagione per i Galaxy, che si prendono una sufficienza politica.

PORTLANPortlandD TIMBERS – VOTO 8
I Timbers sono state tra le squadre più attive in questa sessione di calciomercato. E’ partito Kwarasey, andato al Rosenborg dopo che aveva ormai perso il posto a favore di Gleeson, ha salutato anche Asprilla ceduto, in prestito, ai colombiani dei Millionarios. In entrata Portland ha voluto rinforzare una difesa che è sembrata troppo fragile fin qui, sono infatti arrivati Arokoyo, centrale della nazionale nigeriana arrivato da svincolato, Steven Taylor, veterano del Newcastle con i quali ha disputato 12 stagioni dopo lo svincolo avuto a Luglio, e Andriuskevicius, terzino lituano prelevato dal Cambuur. Per sostituire Kwarasey è stato scelto Konopka, ex-Toronto, che farà il vice di Gleeson. La difesa ha avuto parecchi rinforzi, a nostro avviso sono rinforzi non di primo ordine ma comunque di buon livello che potrebbe dare una mano importante per la corsa ai playoff.

RSL_Primary_COL_7REAL SALT LAKE – VOTO 6
Qui si può fare lo stesso discorso per i Galaxy, la squadra viene reputata già all’altezza quindi fare operazioni era quasi superfluo. A dirla tutta si poteva cercare una valida alternativa a Movsisyan ma era più un cruccio che una reale necessità, come nome nuovo è arrivato solo il giovane attaccante paraguaiano Baez, in prestito dal Cerro Porteno. Anche qui come per i Galaxy si va sulla sufficienza politica.

SAN JOSE EARTHQUAKES – VOTO 7
San JoseI Quakes hanno effettuato solo due operazioni, ma sono state due operazioni geniali. Ceduto Jahn ai Columbus Crew, un giocatore ormai fuori dal progetto che gravava solo sul bilancio. L’operazione più intelligente è stata però lo scambio Ceren-Garcia, con il trequartista argentino che si trasferisce ad Orlando dopo che coach Kinnear l’aveva relegato a seconda scelta, mentre il centrocampista salvadoregno va a rafforzare, e non poco, la mediana di San Jose ed insieme a Godoy formerà una delle coppie di centrocampo più interessanti della MLS. Pochi dubbi, la squadra esce rafforzata da questa sessione di mercato, pronta per raggiungere i playoff.

Seattle Sounders FC Logo_2SEATTLE SOUNDERS – VOTO 7
I Sounders hanno svoltato, esonerato Schmid bisognerà vedere chi sarà il suo sostituto. Nonostante non ci sia ancora un vero head-coach, a Seattle si sono mossi e parecchio bene. E’ stato rinforzato il centrocampo con il ritorno di Alvaro Fernandez, giocatore che darà il giusto equilibrio alla squadra, ma soprattutto grazie all’arrivo, per $6.000.000, di Nicolas Lodeiro, trequartista uruguaiano dal notevole tasso tecnico che già nella sua prima uscita ha dato dimostrazione delle sue enormi qualità, acquisto che si merita la palma di migliore in questa sessione. Il centrocampo adesso è salito di livello, l’attacco era già di buon livello ma resta il dubbio sulla tenuta difensiva, forse un centrale di buona caratura sarebbe servito.

Sporting Kansas City Logo_2SPORTING KANSAS CITY – VOTO 6+
Lo scambio Dia-Porter è servito per portare in dote un’alternativa a Dom Dwyer, mentre il buco lasciato libero da Dia è stato coperto con l’acquisto di Ever Alvarado. La cessione di Dwyer poteva pesare parecchio (l’Olympiakos aveva offerto $4.500.000) in vista della corsa ai playoff, tenerlo è stata una scelta difficile ma logica. Serviva un rinforzo in mezzo al campo, potrebbe essere Frimpong al momento in prova.

VANCOUVER WHITECAPS – VOTO 9Vancouver Whitecaps FC Logo_3
La regina del mercato. Squadra che si è mossa di più ma che l’ha fatto in modo davvero molto intelligente. Ha ceduto Rivero al Colo-Colo e Adekugbe, in prestito, al Brighton. In entrata sono arrivati, a rinforzare la retroguardia, due nazionali canadesi, ossia Edgar e de Jong. Oltre a loro va aggiunta la promozione in prima squadra del talentuoso Alphonso Davies, talentuoso centrocampista classe 2000. In avanti invece, in un primo momento Rivero era stato sostituito da Espindola, arrivato dai DCU, ma poi subito ceduto al Club Necaxa, in quanto il club messicano ha presentato un’offerta definita “irrinunciabile” dalla dirigenza dei Whitecaps. A Vancouver hanno quindi pensato di andare ad acquistare il giamaicano Giles Barnes, dagli Houston Dynamo, giocatore esperto che conosce la MLS e che garantisce 10/15 gol a stagione. Insomma nulla da dire sul mercato dei Whitecaps, niente 10 in pagella perché per averlo sarebbe dovuto arrivare un grande nome là davanti ma resta comunque regina di questo mercato.


Commenti

comments

Lorenzo Viganò
Seguo la MLS perché adoro la mentalità americana negli sport, in particolare, la spettacolarità che gli viene data grazie ai playoff. Reputo la MLS un campionato genuino, senza polemiche e che premia chi merita

Leggi anche

Torna su