La MLS nel futuro di Beto: Atlanta o Minnesota | MLS Soccer Italia

La MLS nel futuro di Beto: Atlanta o Minnesota

A volte la vita, in particolar modo quella calcistica, è talmente volubile e imprevedibile che passare dalle stelle alle stalle è davvero questione di poco. Con le giuste proporzioni del caso, la storia di António Alberto Bastos Pimparel, conosciuto ai più con il nome di Beto, sembrerebbe voler ripercorrere questa angusta strada.

La carriera – Considerato come uno dei migliori portieri portoghesi, dopo essere cresciuto tra le fila dello Sporting Lisbona, Beto conquista i primi importanti trofei grazie ad un’altra grande squadra del Portogallo, il Porto. Con i Dragões vince sei trofei tra i quali il double campionato e Europa League nella stagione 2010-2011.

Dopo una stagione in prestito al Cluj (Romania) concluso anch’esso con la vittoria del campionato, il ritorno in patria di Beto avviene tramite al Braga con il quale conquista un altro trofeo nazionale: la Coppa di Lega portoghese. Le ottime prestazioni con la squadra bianco-rossa fanno crescere l’interesse da parte del Siviglia, guidata allora dal totem Unai Emery, dove si trasferisce nell’estate del 2013. Nella città capeggiata dall’imponente Catedral de Santa María de la Sede (una delle più grandi cattedrali al mondo), il portierone portoghese inserisce, con caratteri indelebili, il proprio nome nella storia dell’Europa League. Con la maglia dei Nervionenses, Beto conquista per due stagioni consecutive (2013-2014 e 2014-2015) il secondo trofeo europeo risultando decisivo nella finale vinta ai rigori contro il Benfica.

Durante la sessione estiva di questo calciomercato, Beto è tornato a vestire la maglia dello Sporting Lisbona. Il meritato ritorno a casa dopo un lungo e vittorioso viaggio che in questo caso non sembra voler terminare con il classico: “e vissero tutti felici e contenti”. L’esperto portiere lusitano non riesce a trovare spazio nell’undici bianco-verde. Rui Patricio è in cima alle preferenze di Jorge Jesus e, così, la voglia di cambiare squadra per giocare con più continuità sembra palesarsi nelle mente del 34enne.

Il possibile futuro – Gli stimoli al portoghese non mancano e, come hanno dimostrano le esperienze al Cluj e al Siviglia, mettersi in gioco in un campionato diverso dalla Primeira Liga non sembra spaventare il portiere originario di Loures.

La MLS sembrerebbe essere il giusto palcoscenico per il rilancio della sua carriera. E’ un’idea ma, con il passare del tempo, le conferme aumentano. Atlanta United, che ha già compiuto grandi colpi in questa prima sessione di mercato, e i Minnesota United potrebbero essere due mete gradite. In particolar modo Minnesota, ancora priva di grandi colpi, offrirebbe al portiere un contratto da DP (Designated Player) garantendogli, complice anche il passaggio di Jeff Attinella ai Portland Timbers, sin da subito il posto da titolare. Inoltre, l’approdo di un calciatore con la sua esperienza e il suo palmares, aiuterebbe la franchigia a porre delle solide basi per il proprio futuro nella MLS.


Commenti

comments

Simone Baldo
Simone Baldo, classe 1991. Laureato all’Università degli Studi di Milano-Bicocca in Comunicazione Interculturale. Ho iniziato a scrivere per Sprint&Sport

Leggi anche

Torna su