MLS, Goal of the week 3 | MLS Soccer Italia

MLS, Goal of the week 3

Il treno MLS con destinazione MLS Cup 2017 è partito e guai a chi osa fermarlo. La Week 3 si è appena conclusa ed, anche in questa settimana, non sono mancate reti da cineteca.

Partiamo con il botto. Benny Feilhaber apre le danze con la rete del momentaneo 1-0 nella vittoria di Kansas City sui San Jose Earthquakes, match terminato poi 2-1 a favore dello Sporting. Il centrocampista originario di Rio de Janeiro mette subito le cose in chiaro con una grande conclusione a giro dai 25 metri. C’è poco da fare in questi casi: si guarda e si applaude. Per Feilhaber si tratta della prima rete in questa stagione. Chi ben comincia…

Per un Giovinco in meno, l’italiano ha saltato il derby contro Vancouver per l’infortunio rimediato contro Philadelphia, un Altidore in più. Il derby canadese tra i padroni di casa dei Whitecaps e Toronto, appunto, vede i “Reds” vincitori grazie alla pesante rete del bomber della nazionale statunitense. Altidore, all’80 minuto, chiude definitivamente i conti con una rete di pura “prepotenza”. Il numero diciassette resiste alla carica del suo marcatore e con un potente destro scarica in rete la palla del definitivo 2-0.

In casa Los Angeles Galaxy, finalmente, arriva la prima vittoria stagionale. Al Rio Tinto di Salt Lake City, dopo il momentaneo vantaggio dei padroni di casa firmato Movsisyan, a salire in cattedra è il giovane difensore dei Galaxy Dave Romney. Il centrale pareggia momentaneamente i conti con un sinistro al volo degno del migliore Robbie Keane. Da oggi chiamatelo Dave The Equalizer.

Dallas continua a far sognare i propri tifosi. Dopo la vittoria per 2-1 nella Champions League sudamericana contro i messicani del Pachuca, anche i New England Revolution devono piegarsi alla “Legge dei ragazzi di Pareja”. A sostegno della tesi arriva il golazo di Maximiliano “Maxi” Urruti. Bomba di destro sul primo palo che buca i guanti di Cropper e regala il secondo posto della Western Conference. Maxi Urruti, two goals is meil che uan.

Nel 2003 il film Bad Boys II consacrava definitivamente la coppia Will Smith – Martin Lawrence. I Bad Boys sembrano essere tornati a distanza di quattordici anni. Non vestono più i panni della polizia di Miami ma il sogno, in tinte rossonere, della città di Atlanta. Prima Smith – Lawrence, ora AlmironMartinez. I sudamericani si trovano già a meraviglia e la dimostrazione di ciò arriva con la seconda rete dell’ex Toro. Per i nostalgici della Serie A, da ammirare l’esultanza alla Mark Bresciano.


 

Commenti

comments

Simone Baldo
Simone Baldo, classe 1991. Laureato all’Università degli Studi di Milano-Bicocca in Comunicazione Interculturale. Ho iniziato a scrivere per Sprint&Sport

Leggi anche

Torna su