DC United: tifosi in rivolta dopo la squalifica | MLS Soccer Italia

DC United: tifosi in rivolta dopo la squalifica

DC United fumogeno foto Alexander Hernandez

Il pessimo inizio di stagione dei DC United del nuovo acquisto Andrea Mancini è peggiorato ulteriormente lo scorso lunedì quando il club ha squalificato per un anno uno dei membri della District Ultras, il gruppo dei tifosi rossoneri, reo di aver acceso un fumogeno al RFK Stadium prima dello 0-3 interno con FC Dallas. Nel parcheggio.

DC United

Sì, nel parcheggio. E proprio per questo la sanzione ha fatto infuriare ulteriormente una tifoseria già delusa dall’inizio sottotono della squadra. Il tifoso in questione è stato daspato (per usare un termine all’italiana) per un anno dalle partite interne del DC United per aver violato il codice di condotta del club e della Major League Soccer (possesso e utilizzo di materiale fumogeno non autorizzato allo stadio). I tifosi lamentano la poca chiarezza del regolamento, ma la sanzione è estendibile a tutti gli eventi correlati alla partita.

Tutto questo non fa altro che peggiorare un rapporto già complicato tra società e tifosi. L’avvio deludente è seguito a un forte taglio del budget del club che ne ha ridimensionato le ambizioni, ma non solo. Il costo dei biglietti per l’RFK Stadium è uno dei più alti di tutta la lega. Insomma, tempi duri per la società di cui fa parte anche Thohir.

Ecco come viene comunicata la squalifica dalla MLS.


 

Commenti

comments

Redazione
MLS Italia vuole porsi come punto di informazione per gli appassionati di Major League Soccer, NASL e categorie inferiori ma anche come punto di riferimento italiano per gli addetti ai lavori

Leggi anche

Lascia un commento

Torna su