CONCACAF Champions League: come funziona | MLS Soccer Italia

CONCACAF Champions League: come funziona

La settimana scorsa è incominciata la 52° edizione della CONCACAF Champions League ovvero la Champions League che vede affrontarsi le squadre del nord-centro America e quelle dei Caraibi. Tra le squadre partecipanti ci sono anche le franchigie della MLS che in questa edizione sono 5 e che hanno ottenuto tutte una vittoria (ad eccezione di Sporting KC che non è ancora scesa in campo).

CENCONCACAF_ChampionsNI STORICI
La prima edizione fu svolta nel 1962 e consisteva in solo match, una finale, tra la squadra vincente di un torneo per le squadre del Nord-Centro America e una squadra vincente di un torneo per le squadre caraibiche, questo in modo da privilegiare l’equilibrio geografico. Nel 1996 venne introdotta una nuova formula, al torneo partecipavano 8 squadre, 2 Messicane, 2 Statunitensi, 3 dell’America Centrale (le prime 3 classificate alla, ormai estinta, Copa Interclubes UNCAF) e 1 dei Caraibi (la vincente del Campionato per club CFU). La formula attuale del torneo è molto recente, infatti è in vigore soltanto dal 2008.

FORMULA DEL TORNEO
La Concacaf Champions League non prevede nessun turno preliminare (come accade in Europa) ma partecipano 24 squadre già divise in gironi. Le 24 squadre sono:
⦁ 4 Messicane
⦁ 4 Statunitensi (vincitrice della MLS, vincitrice della US Open Cup e le 2 vincitrici delle Conference)
⦁ 3 Caraibiche (le primte 3 del del Campionato per club CFU)
⦁ 2 Costaricane
⦁ 2 Salvadoregne
⦁ 2 Guatemalteche
⦁ 2 Honduregne
⦁ 2 Panamensi
⦁ 1 Canadese (vincitrice del Canadian Championship, che quasi sempre è una delle 3 squadre della MLS)
⦁ 1 Beliziana
⦁ 1 Nicaraguese

I raggruppamenti sono 8 e comprendono 3 squadre ciascuno. Dopo la fase a gironi, con andata e ritorno per un totale di 4 match a squadra, rimangono solo 8 squadre (passano solo le prime) che si sfideranno in match ad eliminazione diretta sempre con di match di andata e di ritorno. Anche per la finale vige la regola del doppio confronto, il vincitore del torneo accede di diritto al Mondiale per Club.

galaxy200LE SQUADRE MLS NELLA CONCACAF CHAMPIONS LEAGUE
Abbiamo già detto quante sono le squadre della MLS che partecipano alla competizione, ma come se la cavano le varie franchigie MLS in questo torneo? Purtroppo, per noi fan della MLS, non troppo bene, considerando che la MLS esiste da 20 anni, i successi sono stati solamente 2, per di più nel nuovo millennio i successi sono ancora nulli. Le due squadre ad aver alzato il trofeo sono state i DC United nel 1998 e i LA Galaxy nel 2000.
Questa competizione è a forti tinte messicane con ben 32 successi Tricolor e inoltre è dal 2006 che a trionfare è una squadra messicana. L’ultimo team non messicano a vincere il torneo è stato il CD Saprissa, club costaricano.

Nell’edizione appena cominciata le franchigie che rappresentano la MLS sono ben 5 e sono:
⦁ Portland Timbers
⦁ New York Red Bulls
⦁ FC Dallas
⦁ Sporting Kansas City
⦁ Vancouver Whitecaps

Speriamo possano fare bene, l’esordio è stato promettente in attesa di capire quanto e se il gap con i club messicani si sia ridotto.

montrealCURIOSITA’
L’ultima volta che un club MLS è arrivato in finale è stato nel 2015. I Montreal Impact hanno affrontato il Club America. L’andata allo Stadio Azteca in Messico finì 1-1, mentre il ritorno allo Stadio Olympique di Montreal terminò 4-2 a favore del Club America che così alzò al cielo la sua sesta CONCACAF Champions League. Queste due partite hanno registrato un numero incredibile di spettatori allo stadio, infatti risultano essere la seconda e la terza partita con più pubblico nella storia di questo torneo. Prima, sempre allo Stadio Azteca, la finale tra il Club America e il CS Herediano.
La CONCACAF prevede norme molto rigide sugli impianti dove disputare i match. E’ già capitato che un club fosse costretto a giocare in un altro impianto o che, in mancanza di uno stadio a norma, fosse escluso dal torneo. Al Real Esteli, club nicaraguense sconfitto 2-1 da FC Dallas all’esordio quest’anno, capitò sia nel 2009 che nel 2010.


Commenti

comments

Lorenzo Viganò
Seguo la MLS perché adoro la mentalità americana negli sport, in particolare, la spettacolarità che gli viene data grazie ai playoff. Reputo la MLS un campionato genuino, senza polemiche e che premia chi merita

Leggi anche

Torna su