Columbus Crew, ecco Niko Hansen: il Rookie è già pronto | MLS Soccer Italia

Columbus Crew, ecco Niko Hansen: il Rookie è già pronto

Nel corso di questo weekend la MLS non si è fermata e ha visto andare in scena 3 match. Tra questi l’ultimo è stato il match del Mapfre Stadium che ha visto i Columbus Crew, padroni di casa, battere, in una partita molto combattuta, i Portland Timbers per 3-2.Risultati immagini per columbus crew portland timbers final

Questa partita è molto sentita soprattutto in Ohio ciò a causa di quello che accadde nel Dicembre 2015 quando i Portland Timbers sconfissero 1-2 i Columbus Crew proprio al Mapfre Stadium conquistando la loro prima ed unica MLS Cup. Un avvenimento, questa finale persa, che ha segnato molto l’ambiente di Columbus che ha infatti vissuto un 2016 da incubo terminando penultima ad est, solo i Chicago Fire fecero peggio, e terz’ultima nella corsa al Supporters’ Shield, insomma dalle stelle alle stalle.

La partita di sabato ha ricordato un po’ quella finale infatti dopo 19′ il risultato era già di 2-1 per i Columbus Crew in quella finale successe lo stesso ma a favore dei Timbers. La partita ha visto due squadre esprime un buon calcio e creare parecchie palle gol tanto che i primi 45′ si sono conclusi con la rete di Fanendo Adi che ha mandato le squadre al riposo sul risultato di 2-2.

Il secondo tempo ha visto entrambe le franchigie abbassare i ritmi ma la svolta avviene al 60′; coach Berhalter decide di sostituire uno stremato Justin Meram, autore del momentaneo 1-1, e di inserire il rookie Niko Hansen, prima scelta al draft per Columbus. Hansen impatta bene sul match proponendosi molto sulla corsia di sinistra. All’84’ l’episodio che decide la gara, Afful scenRisultati immagini per niko hansende sulla destra, crossa al centro dell’area, Ola Kamara colpisce come può ed indirizza verso la porta ma Jack Gleeson si oppone ma sulla respinta del portiere neozelandese si fionda proprio Niko Hansen che insacca e regala così il successo ai Columbus Crew al debutto assoluto in MLS.

Niko Hansen viene ovviamente nominato man of the match ed intervistato a fine partita dove dichiarerà:

“Sono contentissimo per il gol ma soprattutto per aver aiutato i miei compagni a vincere. Ancora non ci credo, sono un po’ frastornato da tutta la situazione ma sto provando delle sensazioni bellissime. Per me questo è un sogno che è diventato realtà.”

Le parole di un ragazzo di 22 anni che ha realizzato il proprio sogno, un ragazzo che stava provando una gioia indescrivibile e che mentre faceva questa sua, un po’ impacciata a dir la verità, dichiarazione veniva “docciato” da un compagno di squadra. Niko Hansen un rookie già pronto.

 

Commenti

comments

Lorenzo Viganò
Seguo la MLS perché adoro la mentalità americana negli sport, in particolare, la spettacolarità che gli viene data grazie ai playoff. Reputo la MLS un campionato genuino, senza polemiche e che premia chi merita

Leggi anche

Torna su