Calciomercato MLS: il pagellone della Western Conference | MLS Soccer Italia

Calciomercato MLS: il pagellone della Western Conference

La MLS 2017 è ormai alle porte ed è tempo di valutazioni anche se il calciomercato non è ancora chiuso. Andiamo quindi ad analizzare in che modo si sono mosse le franchigie, dopo le pagelle della Eastern Conference tocca alla Western Conference. (Qui quello della Eastern)

COLORADO RAPIDS
VOTO: 5

A Denver non si sono mossi granché ma effettivamente il roster si era mostrato, l’anno scorso, già competitivo. Sono stati confermati in blocco i tre portieri e anche la difesa ha subito una riconferma generale. A centrocampo la perdita di Jermaine Jones, finito ai LA Galaxy, verrà colmata da Bismark Boateng, centrocampista scuola Manchester City. Sulle ali si è perso Marco Pappa ma è ormai prossimo al rientro Dillon Serna che ha saltato tutta la scorsa stagione per infortunio. Il punto dolente è l’attacco, Kevin Doyle non dà grandissime garanzie e Dominique Badji ha mostrato le cose migliori da esterno più che da punta. Serviva quindi un centravanti da alternare a Doyle e la scelta è ricaduta sul 35enne Alan GorRisultati immagini per colman fc dallasdon, dire che c’era in giro di meglio ci pare un eufemismo, serviva solo un buon attaccante e non è arrivato.

FC DALLAS
VOTO: 8.5

Un roster di prim’ordine che è stato ritoccato nei punti giusti. I portieri restano Chris Seitz e Jesse Gonzalez. La difesa è stata confermata in blocco con gli innesti, sulle fasce, di Anibal Chalà e Hernan Grana. A centrocampo tante conferme con l’aggiunta di Javier Morales, che dovrà sostituire Mauro Diaz ancora alle prese con l’infortunio al tendine di Achille, e Carlos Cermeno, esterno venezuelano. In attacco confermati Tesho Akindele e Maxi Urruti a cui vanno aggiunti Roland Lamah, ala belga dall’ottimo bagaglio tecnico, e Cristian Colman, uno dei prospetti migliori del calcio paraguaiano già in rete nel match di CONCACAF Champions League contro gli Arabe Unido.

HOUSTON DYNAMO
VOTO: 7

A Houston come a Chicago dopo 2 anni di delusione assoluta sembrano voler davvero svoltare. Il reparto dei portieri non ha subito variazioni. In difesa è invece avvenuta un’autentica rivoluzione hanno salutato Rodriguez ed Horst ma sono arrivati AJ DeLaGarza e Leonardo dai LA Galaxy, Adolfo Machado dal CD Saprissa e Dylan Remick dai Seattle Sounders, un reparto che ne esce decisamente rinforzato. Il centrocampo ha visto la perdita di Collen Warner, finito ai MNUFC, il quale è stato sostituito con Juan David Cabezas, mediano colombiano arrivato dall’Independiente de Medellin. Sugli esterni sono arrivati l’esperto Vicente Sanchez, 37 anni, ex Colorado Rapids, e Alberth Elis, classe ’96, honduregno, con talento da vendere tanto da meritarsi già un contratto da DP. In attacco ha salutato il bomber Will Bruin, a sostituirlo toccherà a Romell Quioto, punta della nazionale honduregna arrivato dall’Olimpia Tegucigalpa, e ad Erick Torres, rientrato dal prestito in Messico, il quale non è del tutto certo che possa restare.

LOS ANGELES GALAXYRisultati immagini per alessandrini la galaxy
VOTO: 5

Tantissimi addii, se sono andati Steven Gerrard (ritiro dal calcio), Robbie Keane (ancora in cerca di squadra) e coach Bruce Arena (ora ct della USMNT). Il nuovo coach sarà Curt Onalfo (ex LA Galaxy II). La situazione in porta è la stessa dell’anno scorso con Brian Rowe titolare e come secondo Clement Diop. La difesa ha visto le perdite di AJ DeLaGarza e Leonardo (entrambi finiti a Houston) i quali sono stati rimpiazzati con due giovani come Hugo Arellano e Bradley Diallo entrambi provenienti dai LA Galaxy II. A centrocampo a sostituire Gerrard è arrivato Jermaine Jones e in più è stato ingaggiato anche il portoghese Joao Pedro che garantisce ottima fisicità in mezzo al campo. La perplessità è però dovuta alla coperta che sia in mezzo al campo sia sulle ali sembra davvero troppo corta, gli esterni sono Alessandrini, Lletget, Boateng e il giovane Mendiola mentre in mezzo campo tolti i due nuovi arrivi rimangono solo Baggio Husidic e Rafael Garcia. In avanti sono rimasti Gio Dos Santos e Gyasi Zardes (recuperato appieno) oltre ai giovani Jamieson IV, Ariel Lassiter, Jose Villareal e Jack McBean, la profondità in questo reparto c’è ma non c’è un vero bomber come lo era Robbie Keane.

MINNESOTA UNITED
VOTO: 6

I Loons hanno operato in maniera meno spettacolare rispetto agli Atlanta United. Come portieri si è puntato sull’esperienza di Bobby Shuttleworth che in MLS conte ben 135 presenze, oltre a lui ci sono John Alvabge, arrivato dal Goteborg, Patrick McLain e il rookie Alec Ferrell. La difesa sarà composta da tre elementi già presenti in NASL ovvero Brent Kallman, Justin Davis e Kevin Venegas ai quali vanno aggiunti buoni elementi come Jermaine Taylor (134 presenze in MLS), Vadim Demidov (centrale norvegese con esperienza in Bundesliga), Francisco Calvo (uno dei migliori prospetti del calcio costaricense) e Jerome Thiesson (veterano del campionato svizzero). A centrocampo l’unica conferma è quella del brasiliano Ibson (ex Bologna), sono poi approdati Miguel Ibarra (già presente negli anni della NASL), Rasmus Schuller (centrocampista nazionale finlandese), Johan Venegas (ex MTL), Collin Martin (ex DCU), Collen Warner e Mohammed Saeid (gli ultimi due portano in dote 219 presenze in MLS). Il reparto avanzato è quello più interessante, sulle ali ci sono Joshua Gatt, che vuole rilanciarsi dopo i tanti infortuni, Kevin Molino, uno dei migliori esterni della lega, Bashkim Kadrii, funambolica ala danese, e Bernando Anor, 84 presenze in MLS con gli SKC. A questi vanno aggiunti le due punte centrali che saranno Christian Ramirez, top scorer in NASL nel 2016, e Abu Danladi, talento cristallino nonché prima scelta alRisultati immagini per sebastian blanco portland timbers Superdraft.

PORTLAND TIMBERS
VOTO: 7.5

I Timbers dopo un 2016 chiuso senza playoff vogliono rilanciarsi. Il roster è stato in larga parte confermato. In porta il titolare resta Jack Gleeson che alle sue spalle avrà l’ex RSL Jeff Attinella. In difesa tutti confermati ad eccezione di Nat Borchers che ha annunciato il ritiro, ai quali si sono aggiunti Roy Miller e Chance Myers per dare più profondità al parco terzini. A centrocampo ancora tante conferme con l’aggiunta di David Guzman, arrivato dal CD Saprissa, e del nuovo DP Sebastian Blanco, approdato dal San Lorenzo per circa $ 8.000.000 e che insieme a Diego Valeri e Darlington Nagbe forma un parco trequartisti di prim’ordine. In attacco tutti confermati, ad eccezione di Jack McInerney rilasciato nelle ultime ore, con in più il rientro dal prestito di Dairon Asprilla e il rookie Jeremy Ebobisse, di cui si dice un gran bene.

REAL SALT LAKE
VOTO: 7

Nei pressi del lago salato hanno fatto ciò che dovevo fare. Erano già note le partenze a fine stagione di Jamieson Olave, Javier Morales e Juan Manuel Martinez. I RSL si sono concentrati sul confermare in blocco la rosa e sul sostituire questi tre elementi. Al posto di Olave in difesa è arrivato l’esperto David Horst (131 presenze in MLS) rilasciato dagli Houston Dynamo. Javier Morales è stato sostituito con Albert Rusnak, funambolico trequartista slovacco arrivato dal Groningen. El Burrito Martinez è invece stato sostituito con il ritorno, dopo 1 anno, di Luis Silva a cui vanno aggiunti gli approdi dell’esperto Chad Barrett e del giovane Brooks Lennon. 3 sostituzioni fatte in modo adeguato, senza stravolgere la squadra. Le bRisultati immagini per danny hoesen san joseasi per una buona stagione sono state poste ora tocca al campo dare il proprio verdetto.

SAN JOSE EARTHQUAKES
VOTO: 7.5

Buonissimo il lavoro svolto dal GM Jesse Fioranelli. In porta confermato l’ottimo David Bingham. La retroguardia ha visto l’arrivo di Harold Cummings, centrale panamense, ma forse serviva altro per dare maggiore stabilità al reparto arretrato. In mezzo al campo tante conferme con in più l’arrivo di Florian Jungwirth, tedesco con esperienza in Bundesliga e il ritorno del giovane Tommy Thompson pronto a consacrarsi. Sulle fasce interessante l’innesto dell’albanese Jahmir Hyka che garantisce tantissima corsa. In attacco invece vera rivoluzione: confermati Quincy Amarikwa e Chris Wondolowski, salutati Chad Barrett e Steven Lenhart, sono approdati Marcos Urena, nazionale costaricense e Danny Hoesen, arrivato dal Groningen. Un ottimo roster in cui forse solo la difesa appare leggermente fragile.

SEATTLE SOUNDERS
VOTO: 7.5

I campioni in carica si apprestano a difendere il titolo e il mercato ha portato diversi volti nuovi. In porta confermato (ovviamente) Stefan Frei ma come secondo non ci sarà più Charlie Lyon ma bensì Bryan Meredith (ex SJE). In difesa tutti confermati ad eccezione di Tyrone Mears trasferitosi ad Atlanta, i volti nuovi sono quelli di Oduro, Nana-Sinkam (entrambi arrivati al Superdraft) e Tolo (Seattle Sounders II). A rimpolpare il centrocampo sono arrivati Gustav Svensson, svedese ex Goteborg con esperienza nella CSL, e Henry Wingo preso al Superdraft e possibile rivelazione del 2017. In avanti si può considerare un nuovo innesto il ritorno di Clint Dempsey a cui vanno aggiunti gli approdi di Will Bruin (56 gol in MLS) e di Harry Shipp che sarà una valida alternativa a Nicolas Lodeiro.

SPORTING KANSAS CITY
VOTO: 5.5

Per una squadra che non ha raggiunto i playoff l’anno scorso ci aspettavano di più. Il voto non è troppo negativo in quanto gli uomini chiave sono stati confeRisultati immagini per gerso sporting kansas cityrmati. Graham Zusi, Benny Feilhaber, Matt Besler e Dom Dwyer sono ancora la colonna portante del roster. In porta ha salutato Alec Kann finito ad Atlanta, al suo posto arriva Andrew Dykstra dai DCU. In difesa solo conferme con l’aggiunta di Juliao, terzino brasiliano arrivato dalla Fluminense, e il ritorno di Eric Palmer-Brown che in Portogallo ha giocato la miseria di 482 minuti. A centrocampo buoni gli innesti di Latif Blessing e di Ilie Sanchez che garantiscono quantità e qualità al gioco degli SKC. Sulle ali grande curiosità per l’impatto di Gerso, che in Portogallo ha fatto molto bene, e anche per il ritorno di Soony Saad, rientrato dopo 2 anni in Thailandia. In attacco confermato, come già detto, Dom Dwyer a lui si aggiungono le ulteriori conferme di Diego Rubio e di Cameron Porter più il rientrante Daniel Solloi.

VANCOUVER WHITECAPS
VOTO: 7.5

Il roster è competitivo nonostante la perdita del capitano Pedro Morales. In porta tutto come l’anno scorso ad eccezione di Marco Carducci rilasciato per far spazio al rookie Spencer Richey. In difesa sono molto interessanti gli approdi sulle fasce di Brek Shea (arrivato da Orlando in cambio di Giles Barnes) e di Sheanon Williams. In mezzo al campo nessun sostanziale cambiamento, sulle ali è ritornato Mauro Rosales per dare maggior profondità al reparto. In attacco perso Giles Barnes sono arrivati Fredy Montero (47 gol in MLS con i Sounders) e Yordy Reyna, nazionale peruviano.


Commenti

comments

Lorenzo Viganò
Seguo la MLS perché adoro la mentalità americana negli sport, in particolare, la spettacolarità che gli viene data grazie ai playoff. Reputo la MLS un campionato genuino, senza polemiche e che premia chi merita

Leggi anche

Torna su